Giuseppe Andaloro (pianista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giuseppe Andaloro (Palermo, 21 gennaio 1982) è un pianista italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Inizia lo studio della musica e del pianoforte in tenera età e a suonare in pubblico a 8 anni. A 14 anni vince i suoi primi concorsi internazionali (Stresa, Pausilypon di Napoli) e di seguito inizia un'appassionata attività concertistica. Si diploma a 18 anni presso il Conservatorio di Milano con lode e menzione d'onore sotto la guida di Sergio Fiorentino e di Vincenzo Balzani[1] e si perfeziona in seguito presso lo stesso conservatorio e il Mozarteum di Salisburgo.

Nel 2000 vince il primo premio al Concurso Internacional da Cidade do Porto, nel 2001 al Sendai International Piano Competition, nel 2002 al London International Piano Competition (World Piano Competition London), nel 2003 al Rabat Grand Prix de Piano (Concours International de Musique du Maroc), nel 2005 al Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni di Bolzano[2], nel 2011 al Hong Kong International Piano Competition.

È ospite di importanti festival presso le più prestigiose sale del mondo e collabora con direttori del calibro di Vladimir Ashkenazy, Gianandrea Noseda, Andrew Parrott, Tomasz Bugaj, Michael Güttler, Julian Kovatchev, Alan Buribayev, Peter Altrichter e con artisti quali Sarah Chang, Giovanni Sollima, Sergej Krylov, John Malkovich[3].

Tiene masterclasses in Italia e all’estero.

Nel 2005 è stato premiato per Meriti Artistici dal Ministrero dei Beni e Attività Culturali, nel 2009 gli è stato conferito il Premio Elio Vittorini per la Musica e nel 2012 il Premio Carloni Giovane Esecutore.

È autore delle trascrizioni per due violoncelli e due pianoforti della Sagra della primavera di Igor Stravinskij (eseguita la prima volta nel febbraio 2011 al Teatro Politeama di Palermo), e de La valse di Maurice Ravel (la prima è stata nell'ottobre 2013 al Hong Kong City Hall Joy Festival[1]).

Discografia[modifica | modifica sorgente]

  • Händel, Beethoven, Schumann e Liszt - Suonare News, Filippo Michelangeli Editore, Giuseppe Andaloro Piano solo
  • Liszt Mephisto Walzes - Naxos, 8.557814, Giuseppe Andaloro Piano solo
  • Prokofiev & Cuozzo - Fontec, Giuseppe Andaloro Piano & Tatsuo Nishie Violino
  • Franck & Prokofiev - Fontec, Giuseppe Andaloro Piano & Tatsuo Nishie Violino
  • Nikolai Kapustin - Fontec, Giuseppe Andaloro & Tatsuo Nishie Violino
  • Mozart, Shostakovich, Schömberg - Sonart, Giuseppe Andaloro Piano & Philarmonische Camerata Berlin
  • Haydn - Amadeus Gaetano Santangelo Editore, Giuseppe Andaloro Piano & Orchestra del Festival Internazionale di Brescia e Bergamo
  • Cruel Beauty - Italien Masterpieces for Piano, Sony Music 88843004952

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Giuseppe Andaloro, Naxos. URL consultato il 7 ottobre 2013.
  2. ^ Albo d'oro - Fondazione Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni. URL consultato il 7 ottobre 2013.
  3. ^ Giuseppe Andaloro, Teatro Lirico di Cagliari. URL consultato il 7 ottobre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 10897369 LCCN: no2007147013