Giulio Regondi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giulio Regondi

Giulio Regondi (Ginevra, 1822Londra, 6 maggio 1872) è stato un chitarrista e compositore italiano dell'epoca romantica.

Nota biografica[modifica | modifica wikitesto]

Le sue straordinarie doti di fanciullo prodigio vennero sfruttate da un padre (chitarrista e compositore) privo di scrupoli, che lo fece esordire come chitarrista giovanissimo a Lione, portandolo successivamente a Parigi, dove ricevette, fra gli altri, l'apprezzamento di Fernando Sor, che gli dedicò la sua Fantasia op. 46, Souvenir d'amitié.

Dopo il 1831, abbandonato dal padre, si stabilì a Londra, ma alcune tournée compiute tra il 1841 e il 1846 lo portarono in varie città europee, fra cui Vienna, Praga e Dresda.

Forse per reazione nei confronti dello strumento che gli era stato imposto dal padre, divenne successivamente grande virtuoso di concertina e per questo insolito strumento compose numerosi lavori.

Composizioni[modifica | modifica wikitesto]

Opere per chitarra sola[modifica | modifica wikitesto]

  • Revêrie. Nocturne op. 19
  • Fête villageoise. Rondo caprice op. 20
  • Air varié op. 21
  • Air varié op. 22
  • Introduction et Caprice op. 23
  • Dix études
  • Fantasia sull'aria "Montecchi e Capuleti" di Bellini

Opere per concertina e pianoforte[modifica | modifica wikitesto]

  • Les Oiseaux op. 12
  • Serenade in A

Studi per concertina[modifica | modifica wikitesto]

  • Hexameron du Concertiniste

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 51927560 LCCN: n79140434