Giulio Polerio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giulio Cesare Polerio (Lanciano, 1548Roma, 1612) è stato uno scacchista italiano.

Nel 1575, Polerio, soprannominato l'Abruzzese essendo nato a Lanciano in Abruzzo, accompagnò il suo amico Giovanni Leonardo a Madrid. Polerio e Leonardo giocarono nel primo torneo di scacchi del mondo, organizzato dal Re Filippo II. In quel torneo, sfidarono e sconfissero il formidabile Ruy Lopez e Alfonso Ceron. Più tardi gli italiani furono raggiunti da Paolo Boi, noto come Il Siracusano.

Dopo la sfida del 1575, Polerio decise di rimanere a Madrid. Diversi manoscritti datati tra il 1580 ed il 1600 sono stati attribuiti a lui. È merito del lavoro di Polerio se oggi è rimasta testimonianza del gioco degli scacchi in Spagna e in Italia in quel periodo.

Dopo il suo ritorno a Roma, Polerio divenne il maestro di scacchi del Principe Buoncompagno. Nel 1606, a Roma perse un match con Geronimo Cascio.

A lui si deve il merito di aver introdotto l'arrocco sia pure in versione diversa da quella di oggi.

Questa è una partita giocata da Polerio durante la sua permanenza a Sora, dove fu ospite di Giacomo Boncompagni Duca di Sora, rinvenibile ne "Il Codice Vaticano "Boncompagni n. 3", il più complesso ed importante Codice Scacchistico della Biblioteca Apostolica Vaticana.

Polerio - Lorenzo [C53] Sora 1.e4 e5 2.Cf3 Cc6 3.Ac4 Ac5 4.c3 De7 5.0-0 d6 6.d4 Ab6 7.Ag5 Cf6 8.a4 a6 9.Ad5 Cb8 10.Cbd2 c6 11.Aa2 Ag4 12.Db3 Aa7 13.Dd1 g6 14.dxe5 dxe5 15.Axf7+ Rd8 16.Cxe5 Dxe5 17.Axf6+ Rc8 18.Dxg4+ Cd7 19.Axh8 Dxh8 20.Ae6 De8 21.Cc4 Rc7 22.Df4+ Rd8 23.Dd6 Ab8 24.Dxd7+ Dxd7 25.Axd7 Rxd7 26.Cb6+ Rd6 27.Cxa8 Aa7 28.Tfd1+ Rc5 29.Td4 a5 30.Tad1 b5 31.b4+ axb4 32.cxb4# 1-0

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Baffioni. Giulio Cesare Polerio Lancianese Maestro di Scacchi (XVI-XVII). Lanciano, Regione Abruzzo Centro Servizi Culturali, 1993.
  • Alessandro Sanvito. I codici scacchistici di Giulio Cesare Polerio e Gioacchino Greco. Brescia, Messaggerie Scacchistiche, 2008. ISBN 8890152583