Giulio Golia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giulio Golia (Torre del Greco, 7 giugno 1970) è un personaggio televisivo e conduttore televisivo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver lavorato nei villaggi turistici, dove faceva il presentatore, l'animatore e soprattutto cabarettista, debutta nel mondo dello spettacolo partecipando come assistente di studio alla realizzazione della trasmissione Tira e molla di Paolo Bonolis.

Ha debuttato in televisione con il programma di Italia 1 Le iene nel 1998, come inviato della trasmissione, facendosi così conoscere dal pubblico anche attraverso personaggi interpretati per i suoi servizi, come Giulio Hulko, Toto Fattazzo e Nonno Giulio.

Tuttora nel cast del programma, alcuni suoi servizi hanno destato scalpore. Ha avuto anche una piccola parte nel film Mari del sud di Marcello Cesena.

Viene inoltre scelto, nell'estate del 2007, come conduttore del Festivalbar, insieme ad Enrico Silvestrin ed Elisabetta Canalis. Nel 2010 è apparso come guest star in un episodio de I Cesaroni e, nel dicembre dello stesso anno, ha condotto il programma di prima serata di Italia 1 Focus 1.

Nel 2013 realizza una lunga serie di servizi a sostegno della mutuabilità del controverso metodo di cura Stamina,[1] attirandosi critiche dalla comunità scientifica italiana.[2][3]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giulio Golia - Archivio Videogallery. URL consultato il 13 marzo 2014.
  2. ^ Scienziati contro "Le Iene". Hanno gravi colpe nell'aver concorso a costruire, insieme a Vannoni, l'inganno Stamina, cercolesi.it, 19 gennaio 2014. URL consultato il 19 gennaio 2014.
  3. ^ Le colpe delle Iene su Stamina, ilpost.it, 19 gennaio 2014. URL consultato il 19 gennaio 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]