Giulietta e Romeo (Zingarelli)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giulietta, e Romeo
Lingua originale italiano
Genere Tragedia per musica
Musica Nicola Antonio Zingarelli
Libretto Giuseppe Maria Foppa ([1])
Fonti letterarie novella Giulietta e Romeo di Luigi da Porto
Atti tre
Prima rappr. 30 gennaio 1796
Teatro Teatro alla Scala di Milano
Personaggi
  • Everardo Cappellio (tenore)
  • Giulietta - figlia di Everardo (mezzosoprano)
  • Romeo Montecchio (soprano)
  • Gilberto – amico delle due fazioni (soprano)
  • Matilde – confidente di Giulietta (soprano)
  • Teobaldo – della fazione de’ Cappellii , promesso sposo a Giulietta (tenore)
  • Coro di Cappellii e di Montecchii

Giulietta e Romeo è un dramma per musica del compositore Nicola Antonio Zingarelli su libretto di Giuseppe Maria Foppa, tratto dalla novella cinquecentesca dallo stesso titolo scritta da Luigi da Porto. L'opera fu data in prima esecuzione alla Scala di Milano il 30 gennaio 1796.

Giulietta e Romeo fu composta da Zingarelli in pochissimo tempo (si racconta di solo otto giorni) ed è considerata il suo capolavoro. L'opera rimase in repertorio in Italia per alcuni decenni anche nel secolo successive ed il ruolo di Romeo fu una delle parti favorite sia di Giuditta Pasta, sia più tardi di Maria Malibran.

Ruoli[modifica | modifica sorgente]

Ruolo Registro vocale del primo interprete Cast della prima, 30 gennaio 1796
(Direttore: - Luigi De Baillou )
Everardo Capellio tenore Adamo Bianchi
Giulietta mezzosoprano/contralto Giuseppina Grassini
Romeo Montecchio soprano castrato Girolamo Crescentini
Teobaldo tenore Gaetano De Paoli
Gilberto soprano castrato Angelo Monanni 'Manzoletti'
Matilde soprano Carolina Dinand
Coro

Note[modifica | modifica sorgente]


Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica