Giuliano Ciannella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giuliano Ciannella, aprile 2007

Giuliano Ciannella (Campi Salentina, 25 ottobre 1943Ferrara, 10 gennaio 2008) è stato un tenore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Giuliano Ciannella è nato a Campi Salentina (Lecce) e dopo gli studi medio superiori effettuati al Liceo Classico "G. Palmieri" a Lecce si è laureato in Ingegneria Elettronica all'Università di Bologna con una tesi sugli usi biomedici delle micropile.

Dopo il servizio militare, svolto all'Accademia di Modena quale Ufficiale Istruttore di Completamento con il grado di sottotenente, si è diplomato presso il Conservatorio Giovanni Battista Martini di Bologna con il massimo dei voti in canto e arte scenica, sotto la guida dei professori M. Leone Magiera e Raul Grassilli, perfezionandosi poi coi Maestri Giacomo Lauri-Volpi e Carlo Bergonzi.

Carriera musicale[modifica | modifica sorgente]

Ancora studente, debutta nel 1974 al Festival di Barga di Lucca nel ruolo di Rinuccio del Gianni Schicchi di Giacomo Puccini. Da quel momento ha inizio una carriera che lo porterà a cantare al Teatro alla Scala di Milano, ad Gran Teatro La Fenice di Venezia, al Teatro Regio di Torino, all'Arena di Verona ed al Teatro Filarmonico di Verona, all' Opéra national de Paris, al Teatro Real di Siviglia, al Teatro San Carlos di Lisbona, alla Royal Opera House di Londra, alla Staatsoper Unter den Linden e Deutschoper di Berlino, al Metropolitan Opera di New York, al Chicago Liric Opera ed innumerevoli altri teatri, per terminare poi con un recital al Higashi Murajama di Tokyo. Il suo timbro vocale (più volte dissero si trattava di un "baritono che canta da tenore"[senza fonte]) ed il suo temperamento, oltre che le doti sceniche, lo rendevano ideale per ruoli drammatici e spinti, in particolare fu interprete di Verdi e Bizet. Molti sono i colleghi e registi coi quali collaborò durante il corso della sua carriera, tra cui registi come F.Zeffirelli, L.Ronconi, J.P. Ponnelle e S.Busotti, direttori come C.Abbado, M.Arena, R.Chailly, J.Levine, G.Pretre, D.Renzetti, N.Sonzogno, T.Schippers e cantanti come M.Freni, M.Sereni, P.Cappuccilli, S.Millnes, C.MacNeil, R.Scotto, I.Tajo, G.Bumbry, K.Tekanawa, M.Caballe, N.Ghiaurov, P.Domingo, E.Gruberova, G.Zancanaro, R.Bruson, L.Nucci, K.Ricciarelli ecc.

Per primo ostico ed osteggiato nel mercato musicale[non chiaro] , è tuttavia possibile trovare alcune grandi registrazioni, tra le quali il Marin Faliero di G. Donizetti, Otello di Verdi e la registrazione del gala per il centennale del Metropolitan Opera House di New York, uno dei pochi italiani assieme a L. Pavarotti, M. Freni, R. Bruson e K. Ricciarelli.

L'attività didattica[modifica | modifica sorgente]

Sporadicamente impegnato nell'attività registica ("La Fantesca" di Johann Adolf Hasse) e in conferenze, sarà poi nell'insegnamento che dedicherà tutte le sue attenzioni, divenendo docente di Canto presso il conservatorio "A.Boito" di Parma prima e, dal 2003 fino alla morte, presso il Conservatorio "G. Frescobaldi" di Ferrara, dove tenne anche la cattedra di psicoacustica per cantanti. Impegnato in master-class in Venezuela, Stati Uniti, Svezia, Italia, Corea del Sud e Giappone (appena un mese prima della morte),la sua linea teorico-pratica nella didattica del canto era affine alle visioni più moderne delle scuole anglosassoni, che vedono ogni cantante come una singola entità psico-fisico-culturale, supportato anche dai suoi studi in foniatria presso l'Ospedale delle Molinette di Torino con il dott. Schindler.

Si è spento all'ospedale di Ferrara il 10 gennaio 2008 alle 4 del mattino, all'età di 64 anni, in seguito all'aggravarsi del cancro che lo colpì nel 2004.

Repertorio[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 240477020