Giuliano Bernardi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giuliano Bernardi (Ravenna, 21 dicembre 1939Ravenna, 4 giugno 1977) è stato un tenore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Bernardi è diplomato in canto nel Conservatorio Statale di Musica “G. Rossini" a Pesaro, perfezionando successivamente lo studio del canto con l'ex baritono Antonio Gelli. Ha fatto il suo debutto come baritono nel mese di ottobre 1968 a Mantova nel ruolo di Rigoletto nella opera omonima Rigoletto di Verdi dopo aver vinto il concorso internazionale As.Li.Co (Associazione Lirica e Concertistica).

Ha quindi cantato nei maggiori teatri italiani riscuotendo sempre un grande successo e vincendo nel contempo altri concorsi internazionali, tra cui:

  • il Concorso Achille Peri, nel 1971;
  • il Concorso Internazionale Voci Verdiane (indetto dalla Rai), con il soprano Katia Ricciarelli, sempre nel 1971; e
  • il Concorso Internazionale per Cantanti "Toti Dal Monte", con il soprano Ghena Dimitrova, nel 1972.

Luciano Pavarotti lo sentì e riconobbe in lui una grande voce da tenore drammatico.

Deciso a cambiare tessitura di voce ha studiato con il Maestro Arrigo Pola e il Maestro Ettore Campogalliani, debuttando come tenore nel 1975 al Maggio Musicale Fiorentino, nel ruolo di Macolm nell'opera di Verdi Macbeth. In 1976 ha registrato Macbeth negli studi a Londra con José Carreras, Sherrill Milnes e Ruggero Raimondi, sempre nel ruolo di Malcolm. Quindi ha cantato in alcuni teatri italiani ed esteri in opere quali Il trovatore e La traviata, ambedue di Verdi. Nel dicembre del 1976 ha dato concerti a Chicago e Pittsburgh con Pavarotti. Stava preparando il ruolo esigente di Otello nella opera omonima di Verdi, Otello, che avrebbe dovuto affrontare nel 1977 e 1978 in alcuni tra i più importanti teatri, quando un fatale incidente stradale ha interrotto a 37 anni una carriera che appariva già luminosa.

Repertorio[modifica | modifica sorgente]

Baritono
Tenore

Riferimenti[modifica | modifica sorgente]

  • Il Corriere del Teatro, maggio/giugno 1976, Giuliano Bernardi
  • Il Romagnolo, gennaio 2003, Giuliano Bernardi

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 79578689 LCCN: n83141397