Girolamo Ticciati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santa Caterina de' Ricci che abbraccia il crocifisso, Prato, basilica di Santa Caterina de' Ricci

Girolamo Ticciati (16761744) è stato uno scultore e architetto italiano di scuola fiorentina.

Vita[modifica | modifica sorgente]

Pupillo del fiorentino Giovan Battista Foggini, frequentò l'Accademia Toscana Granducale a Roma. Nel 1708 si trasferì a Vienna dove divenne lo scultore e l'architetto alla corte imperiale. In seguito rientrò a Firenze.[1]

Opere[modifica | modifica sorgente]

Architetture[modifica | modifica sorgente]

Sculture[modifica | modifica sorgente]

Scritti[modifica | modifica sorgente]

  • Notizie dell' Accademia del Disegno della Città di Firenze dalla sua fondazione fino all' anno 1739 raccolte da Girolamo Ticciati Provveditore e alla medesima dedicate

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ cite web url=http://www.answers.com/topic/girolamo-ticciati-2

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Giulia Brunetti, Una madonna dimenticata di Girolamo Ticciati per il battistero. Firenze, Edam 1974.
  • Roberta Roani Villani, Per Girolamo Ticciati, in Paragone, 409, 1984, pp. 70-74.
  • Alessandra Giannotti, "Fisso nel punto, che m'avea vinto": Girolamo Ticciati, scultore "sicuro" nella Firenze del Settecento, in Atti e memorie dell'Accademia toscana di scienze e lettere, "La Colombaria", 60, 1995, pp. 103-122.
  • F. Farneti, Girolamo Ticciati, in Lo spettacolo maraviglioso. Il teatro della Pergola: l’opera a Firenze, cat. della mostra, Firenze, 2000.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]