Girolamo Colonna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Girolamo Colonna
cardinale di Santa Romana Chiesa
CardinalCoA PioM.svg
Nato 23 marzo 1604, Roma
Creato cardinale 7 febbraio 1627 da papa Urbano VIII
Deceduto 4 settembre 1666, Finale Ligure

Girolamo Colonna (Orsogna, 23 marzo 1604Finale Ligure, 4 settembre 1666) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico italiano, oltre che un membro della famiglia principesca dei Colonna nel ramo di Paliano.

Figlio di Filippo Colonna e di Lucrezia Tomacelli, succedette al padre nella gestione dei feudi della famiglia nel 1641 dopo la morte del fratello Federico.

Il 7 febbraio 1628, a soli ventitré anni, venne insignito del titolo di cardinale diacono di Sant'Agnese in Agone, che a sua volta fu in seguito sostituito dai titoli di Santa Maria in Cosmedin (27 giugno 1639), di Sant'Angelo in Pescheria (14 marzo 1644), di Sant'Eustachio (12 dicembre 1644), di San Silvestro in Capite (23 settembre 1652), di Santa Maria in Trastevere (9 giugno 1653), di San Lorenzo in Lucina (21 aprile 1659).

Il 30 agosto 1643 fu nominato arcivescovo di Bologna. Il 21 novembre 1661 tornò nel Lazio assumendo il titolo di cardinale vescovo della Sede suburbicaria di Frascati. Ebbe inoltre l'incarico di arciprete della basilica di San Giovanni in Laterano.

I suoi titoli nobiliari erano: VII Duca e Principe di Paliano, V Duca di Tagliacozzo, IV Duca di Marino, Gran Connestabile del Regno di Napoli, Conte di Ceccano, Marchese di Cave, Signore di Genazzano, Anticoli, Vico, Giuliano, Rocca di Papa, Rocca di Cave, Pofi, Ripi, ed altre terre.

Il cardinal Colonna ha patrocinato la costruzione di molte strutture nei suoi feudi fuori Roma: per sua volontà furono iniziati nel 1640 i lavori della Basilica di San Barnaba Apostolo a Marino; poco dopo quelli per la Villa della Sirena a Frattocchie e per la cosiddetta "Villa del Cardinale" a Rocca di Papa, in località Palazzolo a picco sul Lago Albano; infine anche i lavori per la Collegiata di Rocca di Papa.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Cardinale protopresbitero Successore CardinalCoA PioM.svg
Luigi Capponi 1659-1663 Giovanni Battista Maria Pallotta

Controllo di autorità VIAF: 55205699