Giro d'Italia 1954

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Italia Giro d'Italia 1954
Edizione 37ª
Data 21 maggio - 13 giugno
Partenza Palermo
Arrivo Milano
Percorso 4 337 km, 22 tappe
Tempo 129h13'07"
Media 33,563 km/h
Classifica finale
Primo Svizzera Carlo Clerici
Secondo Svizzera Hugo Koblet
Terzo Italia Nino Assirelli
Classifiche minori
Montagna Italia Fausto Coppi
Cronologia
Edizione precedente
Giro d'Italia 1953
Edizione successiva
Giro d'Italia 1955

Il Giro d'Italia 1954, trentasettesima edizione della "Corsa Rosa", si svolse in ventidue tappe dal 21 maggio al 13 giugno 1954, per un percorso totale di 4 337 km (il più lungo nella storia del Giro). Fu vinto dallo svizzero Carlo Clerici.

Clerici, che partecipava come gregario di Hugo Koblet, vinse la corsa in seguito a una delle più famose "fughe bidone" della storia del ciclismo: andò in fuga con altri quattro corridori durante la sesta tappa (la Napoli-L'Aquila), e ottenne all'arrivo più di mezz'ora di vantaggio sul gruppo, margine che nessuno fu più in grado di recuperare nelle tappe successive, nonostante Clerici non fosse un grande scalatore. Fu l'ultimo Giro che vide la partecipazione di Gino Bartali, che concluse la corsa al tredicesimo posto.

Tappe[modifica | modifica sorgente]

Tappa Data Percorso km Vincitore di tappa Leader cl. generale
21 maggio Palermo (circuito del Monte Pellegrino) (cron. a squadre) 36 Italia Bianchi Italia Fausto Coppi
22 maggio Palermo > Taormina 280 Italia Giuseppe Minardi Italia Giuseppe Minardi
23 maggio Reggio Calabria > Catanzaro 172 Italia Nino Defilippis Italia Giuseppe Minardi
24 maggio Catanzaro > Bari 352 Italia Angelo Conterno Italia Giuseppe Minardi
26 maggio Bari > Napoli 279 Belgio Rik Van Steenbergen Paesi Bassi Gerrit Voorting
27 maggio Napoli > L'Aquila 252 Svizzera Carlo Clerici Svizzera Carlo Clerici
28 maggio L'Aquila > Roma 150 Italia Giorgio Albani Svizzera Carlo Clerici
29 maggio Roma > Chianciano Terme 195 Italia Giovanni Pettinati Svizzera Carlo Clerici
30 maggio Chianciano Terme > Firenze 180 Italia Giovanni Corrieri Svizzera Carlo Clerici
10ª 31 maggio Firenze > Cesenatico 211 Italia Pietro Giudici Svizzera Carlo Clerici
11ª 1º giugno Cesenatico > Abetone 230 Italia Mauro Gianneschi Svizzera Carlo Clerici
12ª 2 giugno Abetone > Genova 251 Belgio Hilaire Couvreur Svizzera Carlo Clerici
13ª 3 giugno Genova > Torino 211 Paesi Bassi Wout Wagtmans Svizzera Carlo Clerici
14ª 4 giugno Torino > Brescia 240 Italia Annibale Brasola Svizzera Carlo Clerici
15ª 6 giugno Gardone Riviera > Riva del Garda (cron. individuale) 42 Svizzera Hugo Koblet Svizzera Carlo Clerici
16ª 7 giugno Riva del Garda > Abano Terme 131 Belgio Rik Van Steenbergen Svizzera Carlo Clerici
17ª 8 giugno Abano Terme > Padova 105 Belgio Rik Van Steenbergen Svizzera Carlo Clerici
18ª 9 giugno Padova > Grado 177 Italia Adolfo Grosso Svizzera Carlo Clerici
19ª 10 giugno Grado > San Martino di Castrozza 247 Paesi Bassi Wout Wagtmans Svizzera Carlo Clerici
20ª 11 giugno San Martino di Castrozza > Bolzano 152 Italia Fausto Coppi Svizzera Carlo Clerici
21ª 12 giugno Bolzano > Sankt Moritz (CH) 222 Svizzera Hugo Koblet Svizzera Carlo Clerici
22ª 13 giugno Sankt Moritz (CH) > Milano 222 Belgio Rik Van Steenbergen Svizzera Carlo Clerici
Totale 4337

Classifiche finali[modifica | modifica sorgente]

Classifica generale - Maglia rosa[modifica | modifica sorgente]

Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Svizzera Carlo Clerici Guerra 129h13'07"
2 Svizzera Hugo Koblet Guerra a 24'16"
3 Italia Nino Assirelli Arbos a 26'28"
4 Italia Fausto Coppi Bianchi a 31'17"
5 Italia Giancarlo Astrua Atala a 33'09"
6 Italia Fiorenzo Magni Nivea a 34'01"
7 Paesi Bassi Gerrit Voorting Locomotif a 35'05"
8 Italia Pasquale Fornara Bottecchia a 36'21"
9 Svizzera Fritz Schär Guerra a 40'51"
10 Italia Angelo Conterno Fréjus a 41'07"

Classifica scalatori[modifica | modifica sorgente]

Pos. Corridore Squadra Punti
1 Italia Fausto Coppi Bianchi ?
2 Italia Giancarlo Astrua Atala ?
3[1] Italia Primo Volpi ARB ?
Italia Mauro Gianneschi Arbos ?
Italia Vincenzo Rossello Nivea ?
Italia Angelo Conterno Fréjus ?

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Al terzo posto della classifica scalatori giunsero ex aequo Primo Volpi e Mauro Gianneschi della Arbos, Vincenzo Rossello della Nivea e Angelo Conterno della Fréjus.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Pier Bergonzi, Elio Trifari, Un secolo di passioni - Giro d'Italia 1909-2009, Il libro ufficiale del centenario, Milano, Rizzoli, 2009.
ciclismo Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo