Girl Geek Dinners

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Girl Geek Dinners è un movimento mondiale che nasce a Londra nell'agosto del 2005, da un'idea di Sarah Blow[1].

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva dall'esperienza di Sarah, ingegnere informatico, che stanca di essere sempre scambiata per una standista o un'assistente durante le fiere di settore, lanciò un invito a cena online per incontrare altre donne interessate al mondo della tecnologia.[2]

Diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Al 5 gennaio 2011[3], il movimento comprende 24 paesi in tutto il mondo, 53 città, oltre 45.000 persone informate.
Attualmente esistono gruppi locali nei seguenti 25 paesi[4]: Australia, USA, UK, Brasile, Dubai, Repubblica Sudafricana, Italia, Svizzera, Norvegia, Olanda, Croazia, Irlanda, Canada, Zimbabwe, Slovenia, Belgio, Vietnam, Siria, Germania, Grecia, Spagna, Portogallo, Repubblica Ceca, Turchia, Armenia.

In Italia[modifica | modifica wikitesto]

Il format è stato portato in Italia da Amanda Lorenzani, all'epoca responsabile dei contenuti per Excite UK[5], nel 2007[6]. In seguito sono stati creati diversi gruppi locali:

  • Girl Geek Dinners Milano (2008)[7]
  • Girl Geek Dinners Roma (2008)[8]
  • Girl Geek Dinners Bologna (2009, costituitesi in seguito come associazione di promozione sociale)[9]
  • Girl Geek Dinners Marche (2009)
  • Girl Geek Dinners Romagna (2009)
  • Girl Geek Dinners Nordest (2010)
  • Girl Geek Dinners Campania
  • Girl Geek Dinners Toscana

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Girls geek out over dinner
  2. ^ About Us - Girl Geek Dinners
  3. ^ Facts & Figures - Girl Geek Dinners
  4. ^ Locations - Girl Geek Dinners
  5. ^ La rivoluzione rosa va sul web con le geek girl
  6. ^ La prima Girl Geek Dinner in Italia
  7. ^ Girl Geek, a Milano da tutto il mondo le donne hi-tech si ritrovano a cena
  8. ^ Chic, socievoli e tecnologiche. Parte la sfida delle «geek girl» - Dopo il successo di Milano, domenica prossima meeting a Roma
  9. ^ La Geek Girls Dinners sbarca a Bologna

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]