Giraffa camelopardalis reticulata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Giraffa reticolata
Two Giraffes.PNG
Giraffa camelopardalis reticulata
Kenya
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Artiodactyla
Famiglia Giraffidae
Genere Giraffa
Specie G camelopardalis
Sottospecie G. c. reticulata
Nomenclatura trinomiale
Giraffa camelopardalis reticulata
de Winton, 1889
Areale

Areale in rosso

La giraffa somala o giraffa reticolata (Giraffa camelopardalis reticulata de Winton, 1889) è una sottospecie di giraffa diffusa in Africa orientale.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il suo manto consiste di grandi macchie poligonali di color fegato separate tra di loro da una rete di linee bianco brillanti. Prende il nome dalla disposizione regolare delle macchie, che sembra per l'appunto un reticolo. Queste macchie possono talvolta essere di colore rosso intenso e ricoprire in qualche caso perfino le zampe.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Originaria della Somalia, è presente anche in Kenya settentrionale ed in Etiopia meridionale.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Due maschi di giraffa somala si colpiscono e strofinano il collo nello zoo di San Francisco.
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Giraffa camelopardalis.

Le giraffe reticolate possono incrociarsi con altre sottospecie di giraffe in cattività o se in natura il numero dei loro esemplari è basso. Comunemente alle altre sottospecie, i maschi usano colpirsi e strofinarsi il collo. Il comportamento, noto come "necking", definisce la gerarchia sociale dei maschi del branco e l'accesso alle femmine in estro.[1] Assume sia le caratteristiche di combattimento (talora con esiti fatali) che di interazione erotica e può concludersi con un rapporto omosessuale, la pratica sessuale prevalente tra i maschi di giraffa.[2][3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Robert E. Simmons and Lue Scheepers, Winning by a neck: Sexual selection in the evolution of giraffe in The American Naturalist 1996; 148: 771-786.
  2. ^ Coe, M.J, Necking behavior in the giraffe in Journal of Zoology, London 1967; 151: 313-321.
  3. ^ Bruce Bagemihl, Biological Exuberance: Animal Homosexuality and Natural Diversity, St. Martin's Press, 1999; pp.391-393.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi