Giovanni di Hildesheim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni di Hildesheim (Hildesheim, 1310-1320 circa – Marienau, 5 maggio 1375) è stato un monaco, teologo e scrittore tedesco, appartenente all'ordine dei Carmelitani[1][2][3], che fu priore dei monasteri di Kassel e Marienau[1][2] e maestro alla Sorbona[1][2].

Tra le sue opere maggiori, figura Liber de trium regum corporibus Coloniam translatis, opera dedicata alla traslazione delle reliquie dei Re Magi a Colonia[2][3][4] e tradotta in varie lingue[4], che contribuì a diffondere in tutto il mondo le principali leggende riguardanti i Magi[3][5].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Hildesheim tra il 1310 e il 1320[1][2], frequentò la scuola latina "Andreanum" con il nome di Johannes Corvus[1].

Sempre in giovane età, entro come monaco nel Monastero di Marienau.[1]

Studiò quindi tra il 1351 e il 1355 ad Avignone presso Petrus Thomasius.[1] e nel 1358 fu nominato lettore della Bibbia all'Università Sorbona di Parigi (1358)[1][2]

Nel 1361 fu nominato priore del Monastero di Kassel[1][2] e nel 1364 lettore all'Università di Strasburgo[1].

Sempre nel 1364, in occasione del duecentesimo anniversario della traslazione delle reliquie dei Re Magi a Colonia, scrisse - per volere dell'allora corepiscopo di Colonia Florentius von Wevelinghoven (che fu poi anche vescovo di Münster e di Utrecht) - l'opera Liber de trium regum corporibus Coloniam translatis.[4]

Morì il 5 maggio 1375 a Marienhau, nei pressi di Hameln.[3]

Opere (Lista parziale)[1][2][modifica | modifica sorgente]

  • Contra Judaeos
  • De Antichristo
  • Defensorium ordinis de monte Carmelo
  • De fontae vitae
  • Liber de trium regum corporibus Coloniam translatis (1364)
  • Speculum fontis vitae

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i j k Johannes von Hildesheim, in: Deutsche Biographie
  2. ^ a b c d e f g h Giovanni di Hildesheim su Treccani.it
  3. ^ a b c d Johannes von Hildesheim, in: Universal-Lexixon
  4. ^ a b c Johannes von Hildesheim, in: Heilige Dreikönige
  5. ^ http://www.rheinische-geschichte.lvr.de/persoenlichkeiten/D/Seiten/DreiK%C3%B6nige.aspx

Controllo di autorità VIAF: 88008668 LCCN: n84119510