Giovanni di Görlitz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni di Görlitz (Praga, 22 giugno 1370Neuzelle, 1 marzo 1396) fu l'unico Duca di Görlitz.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Giovanni di Görlitz nacque il 22 giugno 1370 da Carlo IV di Lussemburgo, Imperatore del Sacro Romano Impero e dalla sua quarta moglie Elisabetta di Pomerania, quando ebbe tre anni Giovanni ricevette i titoli di Margravio di Moravia e di Margravio di Brandeburgo. Nel 1377 il Baliato di Görlitz, nella Lusazia superiore venne elevato al rango di Ducato, includendo anche la Lusazia inferiore e la parte meridionale del Neumark, e Giovanni fu il primo e unico duca di Görlitz e fra il 1386 e il 1388 egli fu anche l'amministratore del Ducato di Lussemburgo. Il 10 giugno 1388 Giovanni sposò, a Praga, Richardis Catherine di Meclemburgo (1370 o 1372)-1400), figlia di Alberto di Meclemburgo, dal loro matrimonio nacque un'unica figlia, Elisabetta di Görlitz (novembre 1390-2 agosto 1451) che in prime nozze sposò Antonio di Borgogna e in seguito Giovanni III di Baviera-Straubing. Dopo i Pogrom di Praga del 1389 Giovanni decise di espellere per decreto tutti gli Ebrei dal proprio ducato andando contro ai privilegi che erano stati garantiti loro dai balivi di Bautzen della famiglia di Berka z Dubé. Nel 1394 il fratellastro di Giovanni, Venceslao di Lussemburgo, venne preso prigioniero e fu solo grazie al suo intervento militare che venne liberato. Giovanni morì, forse avvelenato[1], presso il monastero di Neuzelle il 1 marzo 1396, alla sua morte il ducato si dissolse e i confini tornarono ad essere quelli di prima della sua creazione.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Paul Fahlisch: Chronik der Stadt Lübbenau im Spreewald, 2nd printing, Lübbenau, 1928