Giovanni Sobieslaw di Moravia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni Sobieslaw di Moravia
patriarca della Chiesa cattolica
Incarichi ricoperti Vescovo di Litomyšl (1380-1387)
Vescovo di Olomouc (1387-1388)
Patriarca di Aquileia (1388-1394)
Nato 1352
Deceduto 12 ottobre 1394

Giovanni Sobieslaw di Moravia (1352Udine, 12 ottobre 1394) è stato un patriarca cattolico ceco, patriarca di Aquileia dal 1388 al 1394.

Giovanni Sobieslaw era il figlio terzogenito del margravio di Moravia Giovanni Enrico di Lussemburgo, nato dal secondo matrimonio di questi con Margherita di Opava e dunque nipote di Carlo IV.

Nel 1368 fu nominato prevosto di Vysehrad. Due anni dopo, nel 1370, fu ordinato diacono. Avviato alla carriera ecclesiastica, prima di essere nominato Patriarca di Aquileia da Urbano IV, fu canonico di Visegrad (1368), vescovo di Litomyšl dal 1380 al 1387 (in questo periodo, dopo una disputa di tre anni con l'arcivescovo di Praga Jan z Jenštejna, verrà scomunicato, rimanendo tuttavia al suo posto) e vescovo di Olomouc dal 1387 al 1388 (divenuto vescovo senza il voto del capitolo o l'approvazione del papa grazie al sostegno del cugino Venceslao IV di Boemia).

Denaro
Giovanni V di Moravia - Denaro.jpg
Aquila su elmo, con testa rivolta a sinistra ed ali aperte Sant'Ermacora benedicente con veste episcopale
AR 19mm, 0.84 g, 1h.

Una volta giunto in Friuli dovette gestire una situazione critica in cui, a causa dell'indebolimento del potere del patriarca, le diverse famiglie di nobili avevano acquistato sempre più autonomia e potere, per contrastare le quali Giovanni aumenta la rappresentanza popolare nel parlamento. La situazione degenerò quando il maresciallo del patriarca assassinò Federico Savorgnan nella chiesa di Santo Stefano ad Udine, causando un'insurrezione popolare appoggiata dalla Serenissima, che costrinse il patriarca a rifugiarsi nel castello di Soffumbergo. Come ritorsione il 22 giugno 1392 presso Venzone viene assassinato da Nicolò Savorgnan Agostino, vescovo di Concordia. Il patriarca venne poi attirato a Udine con finte trattative, solo per essere assassinato (13 ottobre 1394) da Tristano Savorgnan (figlio di Federico) e sepolto di nascosto la notte stessa nel Duomo di Udine per evitare reazioni popolari.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Gian Carlo Menis - Storia del Friuli dalle origini alla caduta dello stato patriarcale - a cura della Società Filologica Friulana - Udine 1976

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Patriarca di Aquileia Successore PrimateNonCardinal PioM.svg
Filippo d'Alençon 1388-1394 Antonio Caetani
Predecessore Patriarca della Patria del Friuli Successore Bandiere dal Friûl.svg
Filippo d'Alençon 1388-1394 Antonio Gaetani