Giovanni Salviucci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni Salviucci (Roma, 19071937) è stato un musicista italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Roma nel 1907, allievo di Ottorino Respighi al Conservatorio di Santa Cecilia, viene considerato uno dei massimi giovani esponenti della realtà musicale del periodo[1]. Alfredo Casella lo introdusse al linguaggio contemporaneo e neoclassico.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • 1932 Sinfonia italiana
  • 1933 Sinfonia da camera per diciassette strumenti
  • 1934 Introduzione, passacaglia e finale
  • 1936 Alcesti
  • 1937 Serenata per nove strumenti [2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Renzo Cresti: Rivista "Il Grandevetro" n. 150, Santa Croce sull'Arno, Pisa, Dicembre 1999
  2. ^ Sergio Sablich: Giovanni Salviucci - Serenata per nove strumenti 16.05.1985

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie