Giovanni Nonne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni Nonne
Giovanni Nonne.jpg

Presidente della Provincia di Nuoro
Durata mandato giugno 1975 –
dicembre 1975

Dati generali
Partito politico Partito Socialista Italiano
on. Giovanni Nonne
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Camera dei deputati
Luogo nascita Fonni
Data nascita 1º gennaio 1940
Professione Agricoltore
Partito PSI
Legislatura VIII, IX, X, XI
Gruppo Partito Socialista Italiano
Coalizione Pentapartito
Circoscrizione Sardegna
Collegio Cagliari
Incarichi parlamentari
  • Sottosegretario di Stato alla Marina Mercantile (VIII,IX legislatura)
  • Sottosegretario di Stato al Tesoro (IX legislatura)
  • Componente della VI Commissione (Finanze e Tesoro) (VIII legislatura)
  • Componente della IX Commissione (Lavori Pubblici) (VIII legislatura)
  • Componente della X Commissione (Trasporti) (VIII,IX legislatura)
  • Componente della XI Commissione (Agricoltura e Foreste) (VIII legislatura)
  • Componente della Commissione Parlamentare Per l'Esercizio dei Poteri di Controllo sulla Programmazione e sull'Attuazione degli Interventi Ordinari e Straordinari nel Mezzogiorno (VIII legislatura)
  • Componente della Commissione Parlamentare per la Ristrutturazione e Riconversione Industriale e per i Programmi delle Partecipazioni Statali (VIII legislatura)
  • Componente della V Commissione (Bilancio e Partecipazioni Statali) (IX, X, XI legislatura)
  • Componente della Commissione Parlamentare per il Controllo sugli Interventi nel Mezzogiorno (X legislatrura)
Pagina istituzionale

Giovanni Nonne (Fonni, 1º gennaio 1940) è un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Fonni, in provincia di Nuoro, il 1º gennaio 1940, è un imprenditore del settore turistico e gestisce un'impresa che detiene diversi complessi alberghieri e residenziali nella costa di Chia e di Muravera in provincia di Cagliari.

Dopo avere intrapreso gli studi in ingegneria si è dedicato all'attività politica e alla militanza nel P.S.I. nella corrente di sinistra lombardiana, del quale è stato leader in Sardegna. È stato membro del comitato centrale e dell'esecutivo nazionale. Consigliere, assessore e presidente della provincia di Nuoro dal giugno del 1975 al dicembre dello stesso anno, quando è subentrato nel Consiglio regionale della Sardegna a Peppino Catte, chiamato a sostituirlo, dopo la morte, nella carica di assessore regionale dell'Agricoltura e Foreste nella quarta giunta Del Rio.

Confermato nell'incarico nella prima giunta Soddu (maggio 1976 - gennaio 1977), è divenuto assessore del Bilancio, Programmazione e Assetto del Territorio nella seconda giunta Soddu (gennaio 1977 - ottobre 1978).

Nel giugno 1979 ha abbandonato il Consiglio Regionale ed è stato eletto deputato nelle liste del P.S.I. per l'VIII legislatura con 22.288 preferenze.

Riconfermato nel 1983 con 30.493 voti, nel 1987 con 39.081 e nel 1992 con 39.727.

È stato sottosegretario al Ministero della Marina Mercantile dall'aprile 1980 all'aprile 1983 nei governi Cossiga II, Forlani, Spadolini I e II e Fanfani V e sottosegretario al Ministero del Tesoro dall'agosto 1983 al giugno 1986 nel primo governo Craxi.

È stato segretario regionale del P.S.I. in Sardegna.

Nel marzo 1994 ha abbandonato la vita politica per dedicarsi all'attività imprenditoriale.


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]