Giovanni Maggiò

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni Francesco Maggiò

Giovanni Francesco Maggiò (Pisogne, 27 giugno 1929Caserta, 9 ottobre 1987) è stato un imprenditore e dirigente sportivo italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Storico presidente della Juvecaserta Basket, compagine casertana di pallacanestro maschile che ha portato a due finali scudetto (nel 1985-86 e nel 1986-87, entrambe perse contro l'Olimpia Milano), una finale di Coppa Italia (1983-84, persa contro la Virtus Bologna) e una di Coppa Korać (1985-86, persa contro la Virtus Roma).

È stato anche presidente della Camera di Commercio e della Unione degli Industriali di Caserta e presidente della Federazione degli sport Equestri della Campania. Al medesimo è dedicato un torneo nazionale di equitazione che si teneva annualmente nei giardini della Reggia di Caserta nel mese di giugno ed un torneo di pallacanestro che si gioca in pre-campionato ogni stagione.

Costruì nel 1982 il PalaMaggiò a Castel Morrone, alle porte di Caserta, in soli 100 giorni.

Dal 2012 fa parte dell'Italia Basket Hall of Fame.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere del lavoro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere del lavoro
— 2 giugno 1978[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sito Federazione nazionale Cavalieri del lavoro: dettaglio decorato.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Romano Piccolo, La reggia del basket. Storia ed immagini di una città che va a canestro, Napoli, Guida, 1987, ristampa 2007. ISBN 9788860423313.