Giovanni I di Hainaut

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni

Giovanni II d'Olanda (124722 agosto 1304) fu Conte di Hainaut, d'Olanda e di Zelanda.

Il conte[modifica | modifica sorgente]

Giovanni nacque nel 1247 da Giovanni d'Avesnes e Adelaide d'Olanda, figlia a sua volta di Fiorenzo IV d'Olanda (24 giugno 1210-19 luglio 1234)[1]. Giovanni divenne Conte di Hainaut nel 1280, mentre gli venne dato il contado d'Olanda nel 1299 e mantenne entrambi fino alla morte. Giovanni continuò la guerra fra la Casa dei Dampierre e la Casa di Avesnes, cui egli apparteneva, combattendo contro Guido di Dampierre. Nel 1299 morì Giovanni I d'Olanda, la mancanza di eredi maschi portò il contado nelle mani di Giovanni che lo ereditò grazie alla madre Adelaide[2]. L'Unione personale che egli creò fra Olanda, Zelanda e Hainaut fu destinata a durare per circa cinquant'anni[2]. Suo cugino Fiorenzo V d'Olanda aveva duramente combattuto contro i fiamminghi per il possesso della Zelanda[3] e per questo aveva cercato aiuto presso i francesi[3]. Questi ultimi sconfissero i fiamminghi nel 1300 e nel 1301 riducendo al silenzio anche i ribelli zelandesi, sempre nel 1301 il fratello di Giovanni, Gwijde (1253circa-23 maggio 1317), divenne Vescovo di Utrecht, tutti i principali nemici sembravano sconfitti. Un anno dopo tuttavia i fiamminghi si rivoltarono e vinsero contro i francesi alla Battaglia degli speroni d'oro in cui perse la vita il suo figlio più grande, i patrioti fiamminghi attaccarono l'Hainaut e la Zelanda aiutati dagli abitanti insoddisfatti e Gwijde di Namur (1272circa-13 ottobre 1311) sconfisse l'altro suo figlio Guglielmo I di Hainaut in una battaglia che si svolse sull'isola di Schouwen-Duiveland. Il fratello di Giovanni, Gwijde, venne preso prigioniero e Gwijde di Namur insieme a Giovanni II di Brabante conquistò buona parte dell'Utrtecht e della Zelanda. Gwijde di Namur venne infine sconfitto nel 1304 dalle flotte olandesi e francesi alla Battaglia di Zierikzee e Giovanni riconquistò il proprio potere di cui fu privato con il sopraggiungere della morte che lo colse il 22 agosto di quell'anno, appena dieci giorni dopo la vittoria.

Matrimonio e figli[modifica | modifica sorgente]

Nel 1270 Giovanni sposò Filippa di Lussemburgo (1252-6 aprile 1311), figlia di Enrico V di Lussemburgo e Marguerite di Bar (1220-1275) ed insieme ebbero:

Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Giovanni II d'Olanda Padre:
Giovanni d'Avesnes
Nonno paterno:
Bouchard IV d'Avesnes
Bisnonno paterno:
Jacques d'Avesnes
Trisnonno paterno:
Nicholas d'Oisy, Signore di Avesnes
Trisnonna paterna:
Matilda de la Roche
Bisnonna paterna:
Adela di Guisa
Trisnonno paterno:
Bouchard di Guisa
Trisnonna paterna:
Adelaide
Nonna paterna:
Margherita II delle Fiandre
Bisnonno paterno:
Baldovino I di Costantinopoli
Trisnonno paterno:
Baldovino V di Hainaut
Trisnonna paterna:
Margareta I, contessa delle Fiandre
Bisnonna paterna:
Marie di Champagne
Trisnonno paterno:
Enrico I di Champagne
Trisnonna paterna:
Marie di Francia
Madre:
Adelaide d'Olanda
Nonno materno:
Floris IV, conte d'Olanda
Bisnonno materno:
Guglielmo I d'Olanda
Trisnonno materno:
Floris III d'Olanda
Trisnonna materna:
Ada di Huntingdon
Bisnonna materna:
Adelheid di Gheldria
Trisnonno materno:
Ottone I di Gheldria
Trisnonna materna:
Richardis di Baviera
Nonna materna:
Mathilda di Brabante
Bisnonno materno:
Enrico I di Brabante
Trisnonno materno:
Goffredo III di Lovanio
Trisnonna materna:
Marguerite di Limburgo
Bisnonna materna:
Mathilde delle Fiandre
Trisnonno materno:
Matteo di Lorena
Trisnonna materna:
Maria di Boulogne

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Detlev Schwennicke, Europäische Stammtafeln: Stammtafeln zur Geschichte der Europäischen Staaten, Neue Folge, Band II (Marburg, Germany: Verlag von J. A. Stargardt, 1984)
  2. ^ a b Johan C H Blom, History of the Low Countries (New York: Berghahn Books, 2006)
  3. ^ a b Johan C H Blom, History of the Low Countries (New York: Berghahn Books, 2006)