Giovanni Ferrero (1964)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni Ferrero (Farigliano, 2 aprile 1964) è un imprenditore italiano. Assunse la dirigenza dell'industria dolciaria Ferrero alla morte del fratello Pietro.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Maria Franca Fissolo e Michele Ferrero, proprietario della multinazionale dolciaria Ferrero. Nel 1975 si trasferisce a Bruxelles dove studierà alla scuola europea[1]. Studierà marketing negli Stati Uniti, e rientrerà poi in Europa per occuparsi dell'azienda familiare. Nel 1997 diventerà amministratore delegato della holding congiuntamente a suo fratello Pietro. Nell'aprile del 2011 la famiglia è colpita da un terribile lutto, il fratello maggiore Pietro muore tragicamente in un incidente: Giovanni sarà obbligato ad assumere da solo la direzione della società[2].

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • "Marketing progetto 2000. La gestione della complessità", 1990.
  • "Stelle di tenebra", Mondadori 1999[3]
  • "Campo Paradiso", Rizzoli 2007.
  • "Il canto delle farfalle", Rizzoli 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Storia della Famiglia Ferrero[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1]
  2. ^ Morto in Sudafrica Pietro Ferrero, ad del gruppo della Nutella, Corriere della Sera, 18 aprile 2011
  3. ^ [2]
  4. ^ Storia di una famiglia, ferrero.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie