Giovanni Battista Zelotti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Affreschi in Villa Caldogno

Giovanni Battista Zelotti (Venezia, 1526 circa – Mantova, 1578) è stato un pittore italiano, attivo nell'area della Repubblica Veneta nel tardo Rinascimento.

Fu uno dei più conosciuti e famosi pittori di affreschi della metà del XVI secolo sulla terraferma veneziana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Educato da Antonio Badile e Domenico Riccio, fu contemporaneo di Paolo Veronese, con cui si legò strettamente. Lavorò con lui agli affreschi di Villa Thiene, a Villa Soranza a Treville (1551 ca.) ed anche a Venezia, nel Palazzo Ducale (Sala del Consiglio dei Dieci in Palazzo Ducale, 1553/54) e nella Biblioteca Marciana (1556/57).

Godette di un'ottima reputazione tra i nobili del suo tempo ed era quindi molto richiesto per decorare le loro dimore. Nel 1557 realizzò gli affreschi di villa Godi a Lonedo, poi di Villa Emo a Fanzolo e Malcontenta. Nel 1570 realizzò uno dei suoi maggiori capolavori al Castello del Catajo dove dipinse in quaranta riquadri il primo ciclo di affreschi autocelebrativi del nord Italia. Dipinse alcune camere in Villa Caldogno. Nel 1572 era attivo a Villa Da Porto a Torri di Quartesolo. Nel 1575 infine si trasferì come prefetto del palazzo ducale di Mantova, alla corte dei Gonzaga, dove morì nel 1578.

I dipinti di Zelotti erano strettamente basati sugli ideali di Andrea Palladio. I suoi affreschi sono tipici esempi della pittura d'illusione. Le pareti sono divise da elementi di architettura e paesaggi, scene mitologiche, storiche figure allegoriche e piene di cicli.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Affresco della loggia di Villa Pojana con l'allegoria della Fortuna
Vicenza - Oratorio del Gonfalone - I Santi Leonzio e Carpoforo

Negli anni della giovinezza lavorò assieme a Paolo Veronese. Gli sono attribuiti gli affreschi delle seguenti ville venete:

Nei palazzi:

Nelle chiese:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Scheda sul palazzo del Monte di Pietà di visitpalladio.com

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Giampaolo Bordignon Favero - La villa Emo di Fanzolo -BBL Edizioni - (senza data)
  • Giuseppe Amadei;Ercolano Marani (a cura di), I Gonzaga a Mantova, Milano, 1975. ISBN non esistente.
  • Katia Brugnolo Meloncelli, Battista Zelotti, ed. Berenice, Milano 1992

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 95297626 LCCN: nr93035972