Giovanni Battista Tinti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni Battista Tinti, scritto anche Giambattista Tinti (Parma, 1º gennaio 1558Parma, gennaio 1604), è stato un pittore italiano della scuola manierista.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giovanni Battista Tinti: L'Assunzione della Vergine, pala d'altare nel Duomo di Parma

Fu allievo a Bologna di Orazio Samacchini e Pellegrino Tibaldi. Tornato a Parma, si ispirò soprattutto al Correggio e al Parmigianino. In agosto del 1588 gli fu commissionato l'affresco della chiesa di Santa Maria degli Angeli di Parma.

L'anno successivo dipense la sua opera più importante, la pala d'altare L'Assunzione della Vergine, nel transetto superiore sinistro della cappella dell'Assunta del Duomo di Parma.

Nel 1595 realizzò degli affreschi nella chiesa di San Propspero a Reggio Emilia, nei sottarchi che immettono al Paradiso di Camillo Procaccini.

Tipico di Giovanni Battista Tinti è il cromatismo vivace e brillante, che gli derivò probabilmente da artisti della Scuola fiamminga, come Bartholomäus Spranger e Denijs Calvaert, attivi a Parma e Bologna in quel periodo.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Maria Maddalena lava i piedi a Cristo in casa di Levi (ca. 1592, Parma, Pinacoteca)
  • Madonna con Bambino e i Santi Cosma e Damiano (1594, Parma, Pinacoteca)
  • Martirio di San Miniato (1594-1595, Parma, chiesa di Sant’Alessandro)
  • Cristo risorto, gonfalone eseguito per la Confraternita delle Cinque Piaghe (Parma, Pinacoteca)
  • Cena in Emmaus (non attribuitagli concordemente, Roma, Galleria Pallavicini)
  • Processione di San Gregorio Magno (ca. 1595, Fontanellato, chiesa di Santa Croce)
  • Compianto su Cristo morto (Parma, Pinacoteca).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Roberto Lasagni, Dizionario biografico dei Parmigiani, ed. PPS, Parma 1999
  • Mario Giuseppe Genesi, Iscrizioni musicali nel Paradiso di Giovan Battista Tinti della Cupola della Chiesa di Santa Maria degli Angeli delle Cappuccine di Parma e in due repliche parziali piacentine coeve [Musical fragments a Paradiso by Giovan Battista Tinti in the cupola of the Chiesa di Santa Maria degli Angeli delle Cappucine in Parma compared with two partial contemporaneous copies at the Piacenza Palazzo Farnese Civic Museum and Gallery ]; in "Music in Art",New York, 2008 .