Giovanni Battista Pescetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni Battista Pescetti (Venezia, 1704 circa – Venezia, 20 marzo 1766) è stato un compositore e organista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si formò musicalmente sotto la guida Antonio Lotti; tra i suoi compagni di studi v'era Baldassarre Galuppi, con il quale ebbe occasione, durante la attività di compositore, di collaborare nella produzione e nella revisione di opere. Rappresentò il suo primo lavoro operistico, il dramma Nerone detronato, durante il carnevale del 1725 al Teatro San Salvatore di Venezia: fu attivo come operista nella città natale sino al 1732.

Successivamente, dall'aprile del 1736, fu attivo a Londra come clavicembalista e nello stesso autunno divenne direttore dell'Opera della Nobiltà, succedendo a Nicola Porpora. Durante il periodo londinese collaborò soprattutto alla produzione di pasticcio. A causa della disastrosa ribellione degli Highlands guidati dal principe Carlo Edoardo Stuart del 1745, gli italiani cattolici iniziarono a non essere più ben visti e quindi Pescetti dovette lasciare l'Inghilterra.

Tornato a Venezia, nel 1747 riprese la precedente attività operistica e successivamente, il 27 agosto 1762, fu nominato secondo organista a San Marco.

Considerazioni sull'artista[modifica | modifica wikitesto]

Della sua musica sono note soprattutto le arie delle sue opere, le quali sono caratterizzate da una breve durata, un semplice accompagnamento, da un fraseggio chiaramente articolato e da una carenza d'armonia. Fu asparamente criticato da Charles Burney per la sua scarsa capacità inventiva.

A Venezia fu insegnante di Antonio Salieri.

Lavori[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Nerone detronato (dramma per musica, libretto di G. Pimbaloni, 1725, Venezia)
  • Il prototipo (dramma per musica, libretto di Domenico Lalli, 1726, Venezia)
  • La cantatrice (dramma per musica, libretto di Domenico Lalli, 1727, Venezia)
  • Gli odii delusi dal sangue (dramma per musica, libretto di Antonio Maria Lucchini, 1728, Venezia)
  • Dorinda (pastorale, libretto di Domenico Lalli, 1729, Venezia; in collaborazione con Baldassarre Galuppi)
  • I tre difensori della patria (dramma per musica, libretto di Adriano Morselli, 1729, Venezia; anche come Tullio Ostilio, 1740)
  • Costantino Pio (1730, Roma)
  • Siroe re di Persia (dramma per musica, libretto di Pietro Metastasio, 1731, Venezia; in collaborazione di Baldassarre Galuppi)
  • Alessandro nelle Indie (dramma per musica, libretto di Pietro Metastasio, 1732, Venezia)
  • Demetrio (dramma per musica, libretto di Pietro Metastasio, 1732, Firenze)
  • La conquista del velo d'oro (dramma per musica, libretto di A. M. Cori, 1738, Londra)
  • L'asilo d'amore (intermezzo, libretto di Pietro Metastasio, 1738, Londra)
  • Diana e Endimione (serenata, libretto di Pietro Metastasio, 1739, Londra)
  • Olimpia in Ebuda (dramma per musica, libretto di Paolo Antonio Rolli, basato su l'Orlando Furioso di Ludovico Ariosto, 1740, Londra)
  • Busiri, ovvero Il trionfo d'amore (dramma per musica, libretto di Paolo Antonio Rolli, 1740, Londra)
  • Ezio (dramma per musica, libretto di Pietro Metastasio, 1747, Venezia)
  • Farnace (dramma per musica, libretto di Antonio Maria Lucchini, 1749, Firenze)
  • Fra i due litiganti il terzo gode (opera buffa, libretto di Giovanni Battista Lorenzi, 1749, Venezia)
  • Arianna e Teseo (dramma per musica, libretto di Pietro Pariati, 1750, Firenze)
  • Il Farnaspe (dramma per musica, libretto di Pietro Metastasio, 1750, Siena; anche come Adriano in Siria, 1750, Reggio Emilia)
  • Artaserse (dramma per musica, libretto di Pietro Metastasio, 1751, Milano)
  • Tamerlano (dramma per musica, libretto di Agostino Piovene, 1754, Venezia; in collaborazione con Gioacchino Cocchi)
  • Solimano (dramma per musica, libretto di Giovanni Ambrogio Migliavacca, 1756, Reggio Emilia)
  • Zenobia (dramma per musica, libretto di Pietro Metastasio, 1761, Padova)
  • Andimione

Pasticci[modifica | modifica wikitesto]

Tutti rappresentati a Londra.

  • Sabrina (1737)
  • Arsaces (1737)
  • Angelica e Medoro (1739)
  • Merode e Olympia (1740)
  • Alessandro in Persia (1741)
  • Aristodemo, tiranno di Cuma (1744)
  • Ezio (1764, Londra)
  • Lionel and Clarissa

Altri lavori[modifica | modifica wikitesto]

  • Gionata (oratorio, 1769, Padova)
  • Altri lavori sacri minori
  • 9 Sonate per clavicembalo (1739, Londra)
  • 4 lavori per organo
  • 2 Sonate per clavicembalo
  • Lezione per tastiera

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 27331511 LCCN: n81125311

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica