Giovanni Battista Passeri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'archeologo, vedi Giovan Battista Passeri.
Giovanni Battista Passeri
Riposo nella fuga in Egitto
Roma, Galleria Doria-Pamphilj

Giovanni Battista Passeri (Roma, 1610 circa – 22 aprile 1679) è stato un pittore italiano, appartenente al periodo Barocco.

Allievo di Domenico Zampieri, lavorarono assieme a Frascati, ma non è molto chiaro quali opere siano state fatte interamente da lui - oltre a ritoccare affreschi di altri pittori di fine cinquecento.

Si occupava anche di nature morte e di pittura di genere, ma è conosciuto soprattutto nella storia dell'arte come biografo per la sua opera Vite de' Pittori, Scultori ed Architetti che anno lavorato in Roma, morti dal 1641 fino al 1673 pubblicata a Roma nel 1772. Del testo, disponibile in rete[1], esiste una edizione critica di Jacob Hess del 1934 (ripubblicata poi nel 1995).

Pare che Passeri sia stato presidente dell'Accademia di San Luca, ma questo è negato nella biografia di Hess nel Wiener Jahrbuch für Kunstgeschichte del 1928.

Suo nipote Giuseppe Passeri fu allievo di Carlo Maratta.

Biografie degli artisti presenti nel libro[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Giovanni Battista Passeri, Vite de' pittori, scultori ed architetti che anno lavorato in Roma. Morti dal 1641 fino al 1673, Gregorio Settari, Roma, 1772.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Maria Farquhar, Biographical catalogue of the principal Italian painters, a cura di Ralph Nicholson Wornum, Woodfall & Kinder, Angel Court, Skinner Street, London; Digitized by Googlebooks from Oxford University copy on Jun 27, 2006, 1855, page 121. Questa fonte, anche se interessante come documento storico, non riflette la più recente ricerca su Passeri e la sua "Vite".

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 34553612 LCCN: no96049310