Giovanni Battista Naldini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni Battista Naldini, il Bagno di Betsabea

Giovanni Battista Naldini (Firenze, 3 maggio 15351591) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Si formò a bottega da Pontormo tra il 1549 e il 1557. Soggiornò a Roma dopo il 1560 e nel 1562 entrò nell'atelier di Giorgio Vasari, contribuendo alla decorazione di Palazzo Vecchio a Firenze, in particolare allo Studiolo di Francesco I, per il quale dipinse due tele. A Roma decorò la cappella di San Giovanni Battista nella chiesa della Trinità dei Monti per il fiorentino Giovanni Battista Altoviti (1580).

Come pittore di pale d'altare partecipò a quel rinnovamento della decorazione delle grandi basiliche dopo la Controriforma, decorando alcuni altari in Santa Croce e in Santa Maria Novella. Nella Cappella Salviati di San Marco creò la pala con la Vocazione di san Matteo. Nella fase più matura si avvicinò allo stile di Andrea del Sarto.

Tra i suoi allievi vi fu Francesco Curradi.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Sydney J. Freedberg in Pelican History of Art (a cura di), Painting in Italy, 1500-1600, Penguin Books Ltd, 1993, pp. 610–611.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 45228104

Pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pittura