Giovanni Antonio Battarra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Edizione del 1774 dellEpistola selectas de re naturali observationes complectens

Giovanni Antonio Battarra (Coriano, 9 giugno 1714Rimini, 8 novembre 1789) è stato un sacerdote, naturalista e micologo italiano.

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

Nacque vicino a Rimini, alla Pedrolara di Coriano, da Domenico Battarra e Giovanna Francesca Fabbri.Entrò nel seminario di Rimini, più per le modeste condizioni della famiglia che per vocazione, dove fu ordinato sacerdote nel 1738. Studiò geometria, fisica e storia naturale seguendo le lezioni del medico, naturalista e archeologo Giovanni Bianchi. Nel 1741 ebbe la cattedra di filosofia nel seminario di Savignano, dove restò ad insegnare per quattro anni.Incominciò ad interessarsi di scienze naturali, e in particolare di micologia, a cui si appassionò studiando le tavole a colori della "Sylva Fungorum" di Padre Bruno Tozzi, naturalista, ornitologo ed entomologo di cui divenne discepolo. Nel 1748 ebbe la cattedra di filosofia a Rimini, che occupò per sette anni. Nel 1755 pubblicò l'opera "Fungorum agri ariminensis historia"[1], composta da 80 pagine e illustrata con 40 tavole in rame da lui stesso disegnate e incise, dove descrisse 248 specie di funghi. Nel 1757 gli fu assegnata una cattedra di filosofia dal Comune di Rimini e nel 1760 dal locale Seminario. Nel 1778 pubblicò la sua opera più importante, "Pratica agraria", in cui sostenne la necessità di un'agricoltura razionale. Nella stessa opera descrisse con dovizia di particolari le vane osservanze e superstizioni de' contadini romagnuoli (Dialogo XXX), che additò come esempio da non seguire. Per queste pagine, Battarra è riconosciuto come il pioniere della scienza folcloristica italiana. [2]Battarra ha lasciato anche dei sonetti in lingua romagnola.Morì a Rimini l'8 novembre 1789.Il micologo svedese Fries riconobbe nell'opera micologica di Battarra oltre 150 specie e il micologo olandese Persoon gli dedicò il genere Battarrea.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Giovanni Antonio Battarra, Fungorum agri ariminensis historia.
  2. ^ Dizionario biografico degli italiani, G. A. Battarra. URL consultato il 27/04/2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Battarra è l'abbreviazione standard utilizzata per le piante descritte da Giovanni Antonio Battarra.
Elenco delle piante assegnate a questo autore dall'IPNI
Consulta la lista delle abbreviazioni degli autori botanici.


Controllo di autorità VIAF: 78822266 LCCN: no96006466

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie