Giovannello da Itala

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Tommaso di Canterbury, Museo Regionale, Messina.

Giovannello da Itala (... – ...) è stato un pittore italiano della scuola di Antonello da Messina, aiuto di Antonello de Saliba.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

L'unica opera certa di Giovannello è una tavola raffigurante San Tommaso di Canterbury (173x65 cm), proveniente dalla chiesa di San Tommaso di Messina, oggi conservata nel Museo Regionale di Messina. Secondo alcuni documenti, l’artista avvia la propria attività sin dai primissimi anni del XVI secolo. Nel 1504 collabora con Salvo d'Antonio per un gonfalone richiesto dai confrati di S. Maria di Gesù o dell’Annunziata del comune di Condrò raffigurante l’Annunciazione e il Cristo legato alla colonna fra due manigoldi.

Tra le sue maggiori opere, nella chiesa dello Spirito Santo di Messina è possibile ammirare la Madonna dei Miracoli. Non si ha più traccia del gonfalone realizzato per il comune di Condrò. A Giovannello da Itala vengono attribuite anche la tavola (cm 150,5x121,5) raffigurante “Santa Chiara e storie della sua vita” esposta al Museo Regionale di Messina, e un trittico, cimasa del polittico inventariato col n. 655 nel museo di Messina provenienti entrambi dal monastero di Santa Maria di Basicò.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Felice Dell'Utri, Cento pittori siciliani del passato ([1])

Controllo di autorità VIAF: 96338910

http://books.google.it/books?id=PVku08BCtuIC&pg=PA29&lpg=PA29&dq=giovannello+da+itala&source=bl&ots=FDxjNmowVI&sig=kzCqr4QiAq_ZN-kZ9qwQiqFk_Kk&hl=it&sa=X&ei=Vd1iUOakF-aF4gT2uYG4Bw&sqi=2&ved=0CDIQ6AEwAw#v=onepage&q=giovannello%20da%20itala&f=false