Giovanna di Baviera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Giovanna di Baviera (disambigua).
Giovanna Wittelsbach
Giovanna Wittelsbach
Regina consorte di Boemia e di Germania
In carica 1378 –
1386
Predecessore Elisabetta di Pomerania
Successore Titolo vancate
in seguito
Sofia di Baviera
Nascita 1362
Morte 1386
Luogo di sepoltura Castello di Praga
Casa reale Wittelsbach
Padre Alberto I di Baviera
Madre Margherita di Brieg
Consorte di Venceslao di Lussemburgo

Giovanna di Baviera (13621386) fu la seconda figlia di Alberto I, duca di Baviera, e della sua prima moglie, Margherita di Brieg. Tra i suoi fratelli e sorelle si ricordano Guglielmo VI, conte d'Olanda, Giovanna Sofia di Baviera e Margherita di Baviera. I nonni paterni furono l'imperatore Ludovico IV e Margherita II, contessa di Hainault.

Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Il 29 settembre 1370, Giovanna sposò Venceslao, re dei Romani, figlio del Sacro Romano Imperatore Carlo IV e della sua seconda moglie, Anna di Schweidnitz. All'epoca del matrimonio Giovanna aveva otto anni e Venceslao nove.

Giovanna non fu la prima scelta come moglie di Venceslao: Carlo IV aveva precedentemente pianificato per il figlio un matrimonio con Elisabetta di Norimberga, ma il matrimonio non venne mai celebrato, dal momento che essa sposò Roberto di Germania.

Alla morte di Carlo nel 1378, Venceslao ereditò il trono di Boemia. Con l'ascesa al trono del marito, Giovanna divenne Regina di Boemia, di Germania e dei romani, nonché Elettrice di Brandeburgo per successione alla morte della sorellastra di Venceslao, Caterina di Boemia.

Morte[modifica | modifica sorgente]

Il matrimonio durò per sedici anni, ma la coppia non ebbe figli; alcuni sostengono che Venceslao non fosse fertile. Giovanna morì nel 1386 all'età di ventitré o ventiquattro anni.

Venceslao diede a Giovanna un magnifico funerale, che si tenne nel castello di Žebrák. Secondo l'uso dell'epoca, il corpo di Giovanna venne esposto per alcuni giorni nelle chiese di Praga e venne in seguito sepolto nel castello di Praga.

In seguito Venceslao sposò la cugina di Giovanna, Sofia di Baviera, ma anche questo matrimonio non produsse eredi. Venceslao venne quindi deposto dal trono di Germania, sul quale salì il marito di Elisabetta di Norimberga, Roberto.

Antenati[modifica | modifica sorgente]

Giovanna di Baviera Padre:
Alberto I di Baviera
Nonno paterno:
Ludovico il Bavaro
Bisnonno paterno:
Ludovico II del Palatinato
Trisnonno paterno:
Ottone II di Baviera
Trisnonna paterna:
Agnese del Palatinato
Bisnonna paterna:
Matilde d'Asburgo
Trisnonno paterno:
Rodolfo I d'Asburgo
Trisnonna paterna:
Gertrude di Hohenberg
Nonna paterna:
Margherita II di Hainaut
Bisnonno paterno:
Guglielmo I di Hainaut
Trisnonno paterno:
Giovanni I di Hainaut
Trisnonna paterna:
Filippa di Lussemburgo
Bisnonna paterna:
Giovanna di Valois
Trisnonno paterno:
Carlo di Valois
Trisnonna paterna:
Margherita d'Angiò
Madre:
Margherita di Brieg
Nonno materno:
Ludovico I il Giusto
Bisnonno materno:
Boleslao III il Prodigo
Trisnonno materno:
Casimiro I di Polonia
Trisnonna materna:
Maria Dobronega di Kiev
Bisnonna materna:
Margherita di Boemia
Trisnonno materno:
Venceslao II di Boemia
Trisnonna materna:
Guta d'Asburgo
Nonna materna:
Agnese di Głogów
Bisnonno materno:
Enrico IV il Fedele
Trisnonno materno:
Enrico III di Głogów
Trisnonna materna:
Matilde di Brunswick-Lüneburg
Bisnonna materna:
Matilde di Brandeburgo-Salzwedel
Trisnonno materno:
Ermanno di Brandeburgo-Salzwedel
Trisnonna materna:
Anna d'Asburgo

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Predecessore:
Elisabetta di Pomerania
Regina consorte di Germania
10 giugno 1376 - 1386
Successore:
Titolo vacante
in seguito
Sofia di Baviera
Regina consorte di Boemia
29 novembre 1378 - 1386


Predecessore Elettrice consorte di Brandeburgo Successore
Caterina di Boemia 2 ottobre 1373 - 1386 Maria d'Ungheria


Predecessore Duchessa consorte di Lussemburgo Successore
Giovanna di Brabante 29 novembre 1378 - 1386 Titolo vacante
in seguito
Agnese di Opole