Giorno dei morti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il "Giorno dei morti" inteso come ricorrenza della Chiesa cattolica, vedi Commemorazione dei defunti.
Giorno dei morti
Titolo originale Sparkling Cyanide
Autore Agatha Christie
1ª ed. originale 1945
Genere Romanzo
Sottogenere giallo
Lingua originale inglese

Giorno dei morti è uno dei romanzi gialli della scrittrice inglese Agatha Christie composto nel 1945 e stampato per la prima volta in Italia nel marzo 1947 dalla Arnoldo Mondadori Editore nella collana Il giallo Mondadori al numero 20.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Rosmary è morta ormai da undici mesi, ma il suo ricordo rivive, nel bene e nel male, in tutti coloro che l'hanno conosciuta. E soprattutto in coloro che erano presenti nel giorno del suo tragico suicidio, avvenuto durante una cena nell'elegante ristorante "Luxemburg". Proprio un anno dopo però, una serie di lettere anonime, fa balenare il sospetto che non si sia trattato di un suicidio, bensì di un assassinio. Tutti e cinque gli invitati alla cena avevano un valido motivo per vedere Rosemary morta e nessuno è proprio quello che dice di essere. La verità verrà alla luce solamente dopo un'allucinante e fatale ricostruzione del crimine.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il titolo originale è Sparkling Cyanide che tradotto in italiano sarebbe Cianuro spumeggiante[1]
  • Giorno dei morti fa parte del ciclo di romanzi della Christie in cui non c'è un particolare detective. Questo contribuisce a focalizzare l'attenzione sui personaggi, le loro peculiarità i loro legami ed i loro comportamenti, rendendo così questo libro un avvincente Giallo psicologico[1]>.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

Adattamenti cinematografici[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Agatha Christie Web Pages