Giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Come ho più volte ribadito la denuncia e il contrasto all’omofobia devono costituire un impegno fermo e costante non solo per le istituzioni ma per la società tutta »
(Giorgio Napolitano, discorso in occasione della Giornata IDAHOBIT del 2013)

La Giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia (o IDAHOBIT, acronimo di International Day Against Homophobia, Biphobia and Transphobia) è una ricorrenza promossa dall'Unione europea che si celebra dal 2007 il 17 maggio di ogni anno.

L'obiettivo della giornata è quello di promuovere e coordinare eventi internazionali di sensibilizzazione e prevenzione per contrastare il fenomeno dell'omofobia, della bifobia e della transfobia.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano riceve al Quirinale i rappresentanti delle associazioni LGBT italiane in occasione della Giornata mondiale contro l'omofobia del 2010 alla presenza del Ministro per le Pari Opportunità Mara Carfagna. A sinistra: Rita De Santis, l'onorevole Anna Paola Concia e il Ministro Carfagna; a destra: Marcella Di Folco, Giuseppina La Delfa e Paolo Patanè.

Ideata da Louis-Georges Tin, curatore del Dictionnaire de l’homophobie (Presses Universitaires de France, 2003)[1][2], la prima Giornata internazionale contro l'omofobia ha avuto luogo il 17 maggio 2005, a 15 anni esatti dalla rimozione dell'omosessualità dalla lista delle malattie mentali nella classificazione internazionale delle malattie pubblicata dall'Organizzazione mondiale della sanità.

Nel 2007, in seguito ad alcune dichiarazioni di autorità polacche contro la comunità LGBT, l'Unione europea ha istituito ufficialmente la giornata contro l'omofobia sul suo territorio. Alcuni estratti del testo approvato[3]:

« Il Parlamento europeo [...] ribadisce il suo invito a tutti gli Stati membri a proporre leggi che superino le discriminazioni subite da coppie dello stesso sesso e chiede alla Commissione di presentare proposte per garantire che il principio del riconoscimento reciproco sia applicato anche in questo settore al fine di garantire la libertà di circolazione per tutte le persone nell'Unione europea senza discriminazioni; »
(art 8)
« [...] condanna i commenti discriminatori formulati da dirigenti politici e religiosi nei confronti degli omosessuali, in quanto alimentano l'odio e la violenza, anche se ritirati in un secondo tempo, e chiede alle gerarchie delle rispettive organizzazioni di condannarli »
(art 10)

Nel 2009 la campagna IDAHO viene incentrata sulla transfobia, ed in particolare sugli atti di violenza contro le persone transgender. Il nome ufficiale diventa pertanto "Giornata Internazionale contro l'omofobia e la transfobia" (International Day Against Homophobia and Transphobia).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ IV Giornata mondiale contro l'omofobia - 17 maggio 2008. URL consultato il 06-05-2009.
  2. ^ 17 maggio: Giornata mondiale contro l'omofobia, Fondazione Italiani, 17-05-2008. URL consultato il 06-05-2009.
  3. ^ Risoluzione del Parlamento europeo del 26 aprile 2007 sull'omofobia in Europa, Parlamento Europeo, 26-04-2007. URL consultato il 06-05-2009.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]