Giornale storico della letteratura italiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giornale storico della letteratura italiana
Stato Italia
Periodicità trimestrale
Genere rivista letteraria
Fondatore Arturo Graf, Rodolfo Renier, Francesco Novati
Fondazione 1883
Sede Torino
Direttore Arnaldo Di Benedetto
ISSN 0017-0496
Sito web http://www.loescher.it/riviste/giornale-storico-della-letteratura-italiana
 

Il Giornale storico della letteratura italiana è il periodico più antico ed illustre fra quelli specificamente dedicati alla letteratura italiana.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Venne fondato nel 1883 da Rodolfo Renier, Arturo Graf e Francesco Novati, tutti esponenti del cosiddetto “metodo storico”, di cui rappresentò l’organo più autorevole.[2]

Fu quindi inizialmente legato ai presupposti positivistici e filologico eruditi di tale scuola, anche se “ha in seguito mutato più volte direzione, avvicinandosi alle nuove tendenze storiografiche post-crociane”,[3] quando il periodico ebbe come direttori studiosi di diverso orientamento quali Ferdinando Neri, Carlo Calcaterra, Natalino Sapegno, Mario Fubini, Gianfranco Folena, Ettore Bonora.[4]

Altri direttori sono stati, negli anni, Vittorio Cian, Attilio Momigliano, Santorre Debenedetti, Giuseppe Vidossi, Natalino Sapegno e Gianfranco Contini..

Il Giornale storico della letteratura italiana si pubblica tutt’oggi a Torino (edito dalla Loescher), in fascicoli trimestrali, ed è diretto da Lucia Battaglia Ricci, Francesco Bruni, Arnaldo Di Benedetto (direttore responsabile), Mario Marti, Mario Pozzi e Mario Chiesa. Comprende saggi filologici e critici, recensioni, spogli bibliografici di riviste italiane e straniere, rassegne degli studi intorno a figure e problemi.

Per la sua consultazione è stato edito un Indice sistematico dei primi cento volumi (1883-1932), curato da Carlo Dionisotti (Torino, Chiantore, 1948).[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mario Puppo, Manuale critico-bibliografico per lo studio della letteratura italiana, Torino, SEI, 13 ed., 1981, p. 14.
  2. ^ Giuseppe Zaccaria,Cristina Benussi Frandoli, Per studiare la letteratura italiana, Torino, UTET, 1992
  3. ^ Riccardo Merolla, “Orientamenti bibliografici sulla letteratura italiana”, in Carlo Muscetta (a cura di), L’esame di italiano, Milano, Feltrinelli, 1979, p. 131.
  4. ^ Maurizio Tarantino, Guida alla biblioteca d'italianistica, Roma, Carocci, 2001, pp. 92-93.
  5. ^ Emilio Pasquini, Guida allo studio della letteratura italiana, Bologna, il Mulino, 1997, p. 20.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Marino Berengo, Le origini del "Giornale storico della letteratura italiana", in Critica e storia letteraria. Studi offerti a Mario Fubini, Padova, Liviana, 1970, pp. 3-26;
  • Arnaldo Di Benedetto, Origini e caratteristiche del "Giornale storico della letteratura italiana”, in Sekundärliteratur. Critici, eruditi, letterati, Firenze, Società Editrice Fiorentina, 2005, pp. 31-42.