Giorgio II d'Assia-Darmstadt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giorgio II d'Assia-Darmstadt
GII.jpg
Langravio d'Assia-Darmstadt
In carica 1626 –
1661
Predecessore Luigi V
Successore Luigi VI
Nascita Darmstadt, 17 marzo 1605
Morte Darmstadt, 11 giugno 1661
Dinastia Assia
Padre Luigi V d'Assia-Darmstadt
Madre Maddalena di Brandeburgo
Consorte Sofia Eleonora di Sassonia
Religione Protestantesimo
Langraviato d'Assia-Darmstadt
Assia-Darmstadt
Wappen Hessen-Darmstadt 1736.jpg

Giorgio I
Luigi V
Giorgio II
Luigi VI
Luigi VII
Ernesto Luigi
Luigi VIII
Luigi IX
Luigi X
Modifica

Giorgio II d'Assia-Darmstadt (Darmstadt, 17 marzo 1605Darmstadt, 11 giugno 1661) fu Langravio d'Assia-Darmstadt dal 1626 al 1661.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giorgio II era figlio di Luigi V e di sua moglie, Maddalena di Brandeburgo.

Ancora giovane, iniziò il proprio Grand Tour in Europa in compagnia del conte Giovanni Casimiro di Ermach, ottenendo anche l'incarico di gestire alcune missioni diplomatiche per conto del padre. Durante la Guerra dei Trent'anni, ad ogni modo, suo padre venne fatto prigioniero dall'elettore Federico V del Palatinato e proprio durante le celebrazioni del matrimonio tra Giorgio e la sua prima moglie, a Dresda, egli apprese della morte del padre e della sua successione al trono d'Assia-Darmstadt.

Nel bel mezzo della Guerra dei Trent'anni, sebbene avesse professato fedeltà alla causa dell'Imperatore, Giorgio II si dimostrò perlopiù neutrale sino al 1629 quando decise di propendere a favore della Svezia dopo i danni subiti nel suo paese dalle armate imperiali che vi bivaccavano. Ad ogni modo già dal 1631, con il Trettato di Hoechst, Giorgio II si distanziò dal re Gustavo Adolfo e continuò a mantenere una condotta neutrale per il resto del conflitto.

A livello di politica interna, già dal 1625 egli si dimostrò interessato all'acquisizione del territorio della defunta linea degli Assia-Marburg, anche se a partire dal 1627 venne invece costretto a cedere dei territori all'Assia-Kassel che poté riascquisire solo a partire dal 1645 quando quest'ultimo stato dovette arrendersi alle truppe imperiali a seguito della sua alleanza con le potenze protestanti. Giorgio II, nel frattempo, era sfuggito agli orrori della guerra recandosi al castello di Lichtenberg con la famiglia ove rimase sino al 1648, anno in cui venne siglata la Pace di Westfalia. Fu a questo punto che però, per riparare sulla causa protestante, l'Imperatore assegnò i territori perduti e riconquistati alla principessa Elisabetta Amalia d'Assia-Kassel per cui Giorgio venne ricompensato con la cifra di 60.000 talleri.

Lo stato dell'Assia-Darmstadt, ad ogni modo, era uscito particolarmente provato dalla guerra e sia l'industria che l'agricoltura risentirono moltissimo del tracollo finanziario della regione. Fu così che Giorgio II stesso si impegnò personalmente per l'acquisto di sementi e bovini che distribuì gratuitamente ad agricoltori e allevatori della regione per far ripartire l'economia del paese.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Giorgio II, sposò Sofia Eleonora di Sassonia il 1º aprile 1627 e da tale unione nacquero i seguenti eredi:

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Langravio d'Assia-Darmstadt Successore Flag of Hesse.svg
Luigi V 1626-1661 Luigi VI

Controllo di autorità VIAF: 62346649 LCCN: nr94015406

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie