Giorgio Albertini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Love of horses, tecnica mista (1978)

Giorgio Albertini (Milano, 1930) è un pittore italiano.

Produzione artistica[modifica | modifica wikitesto]

Espresse nei primi anni di carriera una vena post-informale, evidente ad esempio in Il bosco[1].

Orientatosi poi ad uno stile più analitico, quasi iperrealista e vicino alla tecnica del trompe l'oeil, fece uso della fotografia come mezzo produttivo, come evidente nei cicli Le immagini ritrovate, London Inclusive tour e The old west degli anni settanta. Nel 1982, con il ciclo delle Acquamorfosi, in cui riproduce fedelmente le gondole, le case e i palazzi di Venezia e Burano sulla superficie delle acque dei canali. Proprio questi «effetti fotodinamici» saranno alla base della riscoperta dell'informale[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Di Genova, op. cit., p. 201
  2. ^ Di Genova, op. cit., p. 560

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]