Gioco elettronico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un gioco elettronico basato su Tetris.
Coleco "Electronic Quarterback" (1978)

Un gioco elettronico è un apparecchio basato su uno o più dispositivi elettronici e dedicato all'intrattenimento ludico.

Tipologie di gioco elettronico[modifica | modifica sorgente]

L'esempio più comune è quello dei giochi elettronici portatili, in cui l'azione viene rappresentata su uno schermo integrato LCD, o a LED, o di altra fattura; si interagisce con il gioco tramite joystick e/o pulsanti integrati.

Oppure i giochi elettronici da tavolo (tabletop), identici per concezione ai giochi elettronici portatili, ma dotati di uno schermo più grande e pensati per essere utilizzati appoggiati ad un tavolo. I tabletop ebbero grande successo nella seconda metà degli anni '70 e la prima degli anni '80, per poi declinare con l'affermarsi dei videogiochi casalinghi. Tra i maggiori produttori di simili apparecchi vi furono Coleco, Nintendo, Milton-Bradley, Tomy. Queste unità spesso avevano l'aspetto di piccoli cabinati da sala giochi, cosa che aumentava l'appetibilità degli stessi tra il pubblico che ambiva a possedere un cabinato vero.

Non mancano altri esempi di usi diversi dell'elettronica, fra i quali si possono citare il celebre gioco musicale Simon della Milton Bradley, nonché i numerosi flipper elettronici. Anche alcuni giochi educativi sono elettronici, come ad esempio il Sapientino prodotto dalla Clementoni.

Videogiochi e giochi elettronici[modifica | modifica sorgente]

Talvolta i videogiochi vengono erroneamente chiamati giochi elettronici, e viceversa. Il legame tra le due categorie spesso è molto forte, ma la distinzione si può attuare facilmente: i videogiochi sono dei software e funzionano grazie ad un apparecchio programmabile, mentre i giochi elettronici sono basati sull'hardware e il loro funzionamento viene deciso con la progettazione stessa dell'apparecchio, non a posteriori.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]