Giochi della Gioventù

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I Giochi della Gioventù sono una manifestazione sportiva nazionale per ragazzi e ragazze dagli 11 ai 15 anni, creati nel 1968 dal presidente del CONI Giulio Onesti, con l'aiuto di altri dirigenti sportivi come Bruno Zauli, Mario Mazzuca e Bruno Fabjan.

La manifestazione fu disputata per la prima volta nel maggio del 1969 ed interrotta nel 1996. Nel 2007, dopo 11 anni d'interruzione e un anno di test event, sono stati nuovamente ripristinati con lo slogan "Tutti protagonisti, nessuno escluso". Nel nuovo spirito più partecipativo che competitivo, sono state eliminate le fasi nazionali.

Essi includono varie discipline dell'atletica leggera: velocità, mezzofondo, salto in alto, salto in lungo, lancio del peso e lancio del vortex.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]