Gino Orlando

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gino Orlando
Dati biografici
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 173[1] cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Carriera
Squadre di club1
1948-1951 Palmeiras Palmeiras 4 (0)[2]
1951 Comercial-SP Comercial-SP  ? (?)
1951-1952 XV de Jau XV de Jaú  ? (?)
1952-1963 San Paolo San Paolo 450 (232)[3]
1963-1964 Portuguesa Portuguesa  ? (?)
1964-1966 Juventus-AC Juventus-AC  ? (?)
Nazionale
1956-1958 Brasile Brasile 8 (3)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Gino Orlando conosciuto a livello nazionale come Gino (San Paolo, 3 settembre 1929[4]San Paolo, 24 aprile 2003[5]) è stato un calciatore brasiliano, di ruolo attaccante[4].

Secondo miglior marcatore della storia del San Paolo, Gino Orlando è deceduto il 24 aprile 2003, a 75 anni, vittima di un arresto cardiaco nella sua città natale, San Paolo.[5]

Da febbraio Gino Orlando era ricoverato nel Hospital do Coração, dove fu operato per un aneurisma al petto.[3] L'ex attaccante era rimasto, anche dopo il ritiro, nel San Paolo dove ricopriva la carica di amministratore del Morumbi dal 1969.[3]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Era un calciatore potente, dalla corporatura robusta.[3]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Nato a San Paolo[4] nel 1948 entra nella prima squadra del Palmeiras. Lascerà i biancoverdi nel 1951[6] disputando quattro partite ma senza andare a segno.[2] Con il Palmeiras vince un Campionato Paulista nel 1950. Nel 1951 si trasferisce al Comercial ed in seguito difende i colori del XV de Jaú[1] prima di approdare al San Paolo nel 1952.

Vestirà il tricolore paulista fino al 1963 realizzando in tutto 232 reti, solamente dieci in meno rispetto a Serginho Chulapa.[3][5] Inoltre con 447 partite disputate si piazza nella top 10 tra i calciatori che hanno vestito più volte la casacca tricolore.[3]

Con il San Paolo ha vinto due campionati paulisti nel 1953 e nel 1957. È stato inoltre capocannoniere nell'edizione 1958 del Torneo di Rio-San Paolo con 12 marcature.[1]

Nel 1963 passa al Portuguesa, squadra nella quale rimane fino al 1964, anno nel quale si trasferisce nella sua ultima squadra l'AC Juventus. Difende i colori dell'AC Juventus fino al 1966 anno del suo ritiro dal calcio giocato.[2]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Gioca nove incontri col Brasile realizzando 3 gol tra il 1956 e il 1958.[1] Esordisce il 1º aprile 1956 contro una selezione dello stato di Pernambuco.[4] La sua prima marcatura l'ha realizzata l'8 aprile dello stesso anno contro il Portogallo.[4] Le altre due segnature le ha segnate l'11 e il 15 aprile contro Svizzera e Austria.[4]

Diviene famoso per uno storico gol realizzato in rovesciata contro il Portogallo nel 1957, il primo del genere segnato in territorio lusitano.[3]

Disputa la sua ultima partita contro la Bulgaria il 18 maggio 1958.[4]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Palmeiras: 1950
San Paolo: 1953, 1957

Individuale[modifica | modifica sorgente]

1958 (12 reti)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d Gino, Pelé.net. URL consultato il 4 maggio 2009.
  2. ^ a b c http://terceirotempo.ig.com.br/quefimlevou_estatisticas.php?id=1302&sessao=f
  3. ^ a b c d e f g http://terceirotempo.ig.com.br/quefimlevou_interna.php?id=1302&sessao=f
  4. ^ a b c d e f g Antônio Carlos Napoleão e Roberto Assaf, Seleção Brasileira 1914–2006, São Paulo, Mauad X, 2006, p. 261. ISBN 857478186X.
  5. ^ a b c E a grande área ficou vazia, IstoÉ. URL consultato il 4 maggio 2009.
  6. ^ Morre Gino Orlando, ídolo do São Paulo, Pelé.net, 24 aprile 2003. URL consultato il 4 maggio 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]