Gino Gradkowski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gino Gradkowski
Gino Gradkowski 2013.JPG
Gradkowski nel 2013.
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 193 cm
Peso 133 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Guardia / Centro
Squadra Stemma Baltimore Ravens Baltimore Ravens
Carriera
Giovanili
600px Giallo e Blu4.png Delaware Fightin' Blue Hens
Squadre di club
2012- Stemma Baltimore Ravens Baltimore Ravens
Statistiche aggiornate al 6 aprile 2014

Gino Gradkowski (Pittsburgh, 5 novembre 1988) è un giocatore di football americano statunitense che gioca nei ruoli di guardia e centro per i Baltimore Ravens della National Football League (NFL). Fu scelto nel corso del quarto giro (98° assoluto) del Draft NFL 2012 dai Ravens. Al college ha giocato a football a Delaware. È il fratello minore del quarterback dei Cincinnati Bengals Bruce Gradkowski.

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Baltimore Ravens[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 aprile 2012, Gradkowski fu scelto nel corso del quarto giro del Draft 2012 dai Baltimore Ravens[1]. Nella sua prima stagione disputò tutte le 16 gare, nessuna delle quali come titolare. I Ravens nei playoff eliminarono nell'ordine Indianapolis Colts, Denver Broncos e New England Patriots. Il 3 febbraio 2013 Bruce scese in campo nella vittoria dei Ravens sui San Francisco 49ers nel Super Bowl XLVII laureandosi campione NFL[2][3]. La stagione successiva divenne stabilmente titolare giocando tutte le 16 gare come partente.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Baltimore Ravens: Super Bowl XLVII
Baltimore Ravens: 2012

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Partite totali 32
Partite da titolare 16

Statistiche aggiornate alla stagione 2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) "Baltimore Ravens 2012 Draft Grades".
  2. ^ (EN) Ravens defeat 49ers in Super Bowl XLVII, NFL.com, 3 febbraio 2013. URL consultato il 4 febbraio 2013.
  3. ^ Super Bowl XLVII - Vincono i Ravens di Joe Flacco, NFL Italia Blog, 4 febbraio 2013. URL consultato il 4 febbraio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]