Gino Bucchino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
on. Gino Bucchino
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Camera dei deputati
Luogo nascita Bivongi
Data nascita 1 gennaio 1948
Titolo di studio Laurea in medicina e chirurgia. Specialista in medicina dello sport
Partito Partito Democratico
Legislatura XV, XVI
Gruppo PD
Coalizione L'Unione, PD-IdV
Circoscrizione Estero - Nord e Centro America
Incarichi parlamentari
  • XVI Legislatura
    • XII Commissione(Affari sociali)
  • XV Legislatura
    • XII Commissione(Affari sociali)
    • I Commissione(Affari Costituzionali, della Presidenza del Consiglio e Interni)
Pagina istituzionale

Gino Bucchino (Bivongi, 1º gennaio 1948) è un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alle elezioni politiche del 2006 viene eletto alla Camera dei deputati nella lista de L'Unione nella circoscrizione Estero - Nord e Centro America e si iscrive al gruppo Partito Democratico-L'Ulivo.

Alle elezioni politiche del 2008 viene confermato alla Camera dei deputati nella lista del PD nella circoscrizione Estero - Nord e Centro America.

Nel febbraio 2011 denuncia pubblicamente un presunto tentativo di corruzione, dichiarando che un giovane di Rifondazione socialista gli avrebbe promesso 150 mila euro e la rielezione con la garanzia di Denis Verdini, nel caso in cui fosse passato nella maggioranza parlamentare di centrodestra sostenendo Silvio Berlusconi.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Deputato Pd denuncia tentata corruzione "Soldi per passare con Berlusconi" in la Repubblica, 24 febbraio 2011. URL consultato il 24 febbraio 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]