Gimme Some Lovin'

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gimme Some Lovin'

Artista Spencer Davis Group
Tipo album Singolo
Pubblicazione novembre 1966
Durata 2 min : 57 s
Album di provenienza Autumn '66
Genere[1] Rock and roll
Soul
Soul bianco
British invasion
Etichetta Fontana Records
Formati CD
Spencer Davis Group - cronologia
Singolo precedente
Singolo successivo

Gimme Some Lovin' è un singolo del gruppo rock britannico Spencer Davis Group, pubblicato nel 1966, scritto da Steve Winwood, Spencer Davis e Muff Winwood.

Il riff di base della canzone è stato preso dalla canzone di Homer Banks "(Ain't That) A Lot of Love", scritta da Willie Banks e Dean Parker. La canzone fu originariamente una hit nel 1967 (II nel Regno Unito, VII negli Stati Uniti); si è classificata al 244º nella lista delle 500 migliori canzoni di tutti i tempi della rivista Rolling Stone.

La versione rilasciata nel Regno Unito e la maggior parte dell'Europa è completamente differente da quella distribuita negli Stati Uniti dall'etichetta United Artists; la versione britannica è più lenta, priva di alcune percussioni e dell'effetto "live" della versione statunitense. Una delle caratteristiche del suono del brano è l'uso dell'organo Hammond B-3.

Cover[modifica | modifica sorgente]

La canzone fu spesso oggetto di cover da parte di altri musicisti, probabilmente la più nota rimane quella pubblicata nel 1980 dai Blues Brothers nella colonna sonora del film omonimo: realizzata anche come singolo entrò nei Top 20 della classifica USA salendo fino alla 18ª posizione[2]. Nella pellicola è eseguita dal gruppo come brano di apertura dell'esibizione al Bob's Country Bunker, presto interrotta a causa di un copioso lancio di bottiglie di birra per protesta, da parte dei clienti del locale.

Olivia Newton-John la reinterpretò per il suo album del 1978 Totally Hot con alcuni membri dei Toto. Nel 1982-83 i Chicago la inclusero come bis nei loro concerti, con Peter Cetera come voce principale. I Queen spesso la suonavano durante il loro Magic Tour del 1986.

Altri artisti che reinterpretarono la canzone furono;

  • Nel 1971, The Supremes e The Four Tops, ne registrarono un duetto.
  • Sempre in 1971, Traffic, con Winwood come cantante, la inclusero nel loro album live Welcome to the Canteen.
  • Il gruppo disco francese Kongas incisero una cover, inclusa nel loro album del 1977 Africanism.[3]
  • I Grateful Dead la suonarono in concerto.
  • I Thunder la inclusero nel disco di esordio Backstreet Symphony.
  • Gli Hanson nel 1998, fecero uscire come singolo la versione live del brano, inclusa nel loro album Live from Albertane ed eseguita durante l'Albertane Tour; la versione studio, sempre eseguita dal trio è stata inclusa nella colonna sonora del film Jack Frost, anch'esso del 1998.[4]
  • George Aghedo nel 2011 (postumo) entrato nella Usa Top 20 charts.[5]

Uso del brano nel cinema[modifica | modifica sorgente]

Gimme Some Lovin' venne spesso usata nel cinema, inclusi i film:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Gimme Some Lovin' in Allmusic, All Media Network.
  2. ^ (EN) dati ricavati dal sito Songfacts.com [1].
  3. ^ Joel Whitburn, Hot Dance/Disco: 1974-2003, Record Research, 2004, p. 148.
  4. ^ a b Jack frost colonna sonora
  5. ^ Gimme Some Lovin' - Usa Top 20 charts
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica