Gilbert Sinoué

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gilbert Sinoué (Il Cairo, 18 febbraio 1947) è uno scrittore francese.

Gilbert Sinoué

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

A 19 anni si iscrive all'École normale de musique di Parigi dove studia chitarra; in seguito compone canzoni per alcuni interpreti francesi (Dalida, Marais, Marie Laforêt, ...).

Nel 1987 pubblica il suo primo romanzo, La Pourpre et l'olivier ou Calixte 1er le pape oublié, la vita del papa Callisto I e il suo tragico destino (il papa fu martirizzato attorno al 222 d.C.); il testo gli vale il premio Jean d’Heurs come miglior racconto storico.

Nel 1989 pubblica Avicenne ou La route d'Ispahan in cui narra la vita di Avicenna (Abu Ali Ibn Sina), il medico, filosofo e scienziato persiano vissuto a cavallo del X secolo. Il suo terzo romanzo, L'Egyptienne, è la prima parte di una saga che narra l'ancora in parte misterioso Egitto del XVIII e XIX secolo. Apparso nel 1991, il romanzo vince il premio letterario Quartier latin.

Sinoué si impone velocemente come ottimo narratore di romanzi, di biografie (Le dernier pharaon, in cui descrive il regno di Mehmet Ali, il pascià ottomano fondatore dell'Egitto moderno) o di thriller (Le Livre de Saphir, vincitore del Prix de libraires 1996, che offre all'autore lo spunto per avviare un dialogo con Dio, e Les silences de Dieu, vincitore nel 2004 del Grand prix de la littérature policière).

Oltre a essere uno scrittore, è anche paroliere e sceneggiatore.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura[modifica | modifica wikitesto]

Saggistica[modifica | modifica wikitesto]

  • (Le dernier Pharaon, 1997)
  • A mio figlio all'alba del terzo millennio (À mon fils, à l'aube du troisième millénaire, 2000) (Corbaccio, 2001 - Tea, 2003)
  • (Le livre des sagesses d'Orient, 2000)
  • (Akhenaton, le dieu maudit, 2003)
  • (Le colonel et l'enfant-roi, 2006)
  • (con Denis Dailleux) (Impressions d'Egypte, 2011)
  • Donne d'Oriente (12 femmes d'Orient qui ont changé l'histoire, 2011) (Neri Pozza, 2013)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]