Gigliola Gonzaga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gigliola (o Egidiola) Gonzaga (Mantova, 1325 circa – Mantova, 1377 circa) è stata una nobile italiana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Stemma originario della famiglia Gonzaga fino al 1389

Era figlia primogenita di Filippino Gonzaga, che si ingraziò i Visconti di Milano facendola sposare nel 1342 a Matteo II Visconti. Grazie a questa alleanza Filippino combatté a fianco dei milanesi contro gli Scaligeri, signori di Verona. Nel 1350 era di nuovo a fianco dei Visconti contro la signoria di Bologna.

Dal matrimonio nacquero due figlie: Caterina (1342-1382) che sposò Ugolino Gonzaga e Andreola (m. 1386) che andò suora.

Rimase vedova nel 1355 quando il marito, a causa di una congiura ordita dai fratelli, morì molto probabilmente avvelenato nel suo castello di Saronno. Fece ritorno a Mantova e ingaggiò con i parenti Guido e Feltrino una lunga disputa per il controllo delle terre di confine (Isola Dovarese, Viadana, Pomponesco e Rivarolo) che la madre Anna Dovara, discendente di Buoso da Duera signore di Cremona, morendo le aveva lasciato. La vicenda si concluse con l'accaparramento delle terre da parte della famiglia Gonzaga.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Giancarlo Malacarne, I Gonzaga di Mantova: una stirpe per una capitale europea, Reggio Emilia, 2004. ISBN non esistente
Predecessore Signora consorte di Milano Successore
Isabella Fieschi 1349-1355 Bianca di Savoia