Gigi Villoresi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gigi Villoresi
Dati biografici
Nome Luigi Villoresi
Nazionalità bandiera Italia
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Carriera
Carriera in Formula 1
Stagioni 1950-1956
Scuderie Ferrari, Maserati, Lancia
Miglior risultato finale 5° (1951, 1953)
GP disputati 34 (31 qualificazioni)
Podi 8
Giri veloci 1
 

Luigi Villoresi, soprannominato Gigi (Milano, 16 maggio 1909Modena, 24 agosto 1997), è stato un pilota automobilistico italiano.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Le prime gare di Luigi furono i raduni locali del 1931 a cui partecipò con una Lancia Lambda; dopo due anni acquistò una Fiat 508 Balilla e corse la sua prima Mille Miglia, insieme al fratello più giovane Emilio come passeggero.

Nel 1935 con una Maserati 4CM arrivò al sesto posto alla I Coupe du Prince Ranier; venne in questo modo notato da Ernesto Maserati che lo invitò a far parte della squadra ufficiale nel 1936, con questa unione che sarebbe poi durata fino al 1949.

La sua prima vittoria con la Maserati fu nel 1937 nel Gran Premio di Brno mentre l'anno successivo colse il suo primo successo alla Coppa Acerbo e diventò Campione italiano di categoria. Si ripeté nel 1939 conquistando anche la vittoria nella Targa Florio.

Nel 1940 vinse di nuovo la Targa Florio e conquistò il quarto posto nel IV Gran Premio di Tripoli.

Dopo la fine della seconda guerra mondiale Villoresi riprese a correre con la Scuderia Milan fondata da lui stesso e nel 1946 e vinse il Gran Prix de Nice. Nel 1947 cominciò a correre con l'amico Alberto Ascari alla guida della Maserati 4CLT ripetendo il successo nel Grand Prix de Nice e diventando campione italiano assoluto.

Nel 1948 conquistò la vittoria a Comminges, ad Albi, a Napoli, al Grand Prix britannico e a Penya Rhin e diventò campione italiano assoluto per la seconda volta. Nel 1949 dopo aver conquistato la vittoria nel Grand Prix de Bruxelles e nel Grand Prix de Luxemburg viene chiamato da Enzo Ferrari per guidare le sue vetture.

Nel 1950 ebbe un grave incidente uscendo fuori strada alla prima curva al Gran Premio delle Nazioni riportando gravi ferite ma riuscì a tornare a correre per la coppa Inter-Europa con una Ferrari 340 America; fu con questa macchina che si aggiudicò anche la vittoria alle Mille Miglia. Partecipò a tre gare del campionato mondiale di Formula 1 di quell'anno ottenendo come miglior risultato il sesto posto nel Gran Premio del Belgio.

Villoresi nella scia di Ascari nel Gp d'Italia 1952

Nel 1951 partecipò con la Ferrari 375 F1 al campionato di Formula 1 arrivando tre volte al terzo posto (Belgio, Francia e Gran Bretagna) e due volte quarto (Germania e Italia). Nel 1952 partecipò con la Ferrari 500 alle ultime due gare del mondiale arrivando terzo in entrambe le occasioni. Nel 1953 arrivò secondo in Belgio e Argentina e terzo nel Gran Premio d'Italia.

Nel 1954 Ascari e Villoresi passano alla scuderia Lancia; Villoresi corse peraltro la maggior parte della sua stagione in Formula 1 con la Maserati 250F arrivando quinto in Francia e solo l'ultima gara con la Lancia D50 ritirandosi al Gran Premio di Spagna.

Nel 1955 con la Lancia D50 si ritira in Argentina e arriva quinto a Montecarlo. Dopo la morte di Ascari, Gianni Lancia consegnò le sue vetture a Enzo Ferrari e Villoresi corse quindi la sua ultima stagione di Formula 1 con la Maserati 250F arrivando a punti nel Gran Premio del Belgio con un quinto posto.

Nel 1958 vince il prestigioso Rally dell'Acropoli in Grecia con una Lancia Aurelia GT, assieme a Ciro Basadonna.

Dopo il suo ritiro delle corse ha vissuto a Modena, rimanendo un ambasciatore della Maserati.

È morto il 24 agosto 1997.

Risultati in Formula 1[modifica | modifica sorgente]

1950 Scuderia Vettura Flag of the United Kingdom.svg Flag of Monaco.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
Ferrari Ferrari 125 Rit Rit 6 NP 0
1951 Scuderia Vettura Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg Punti Pos.
Ferrari Ferrari 375 Rit 3 3 3 4 4 Rit 15 (18)[1]
1952 Scuderia Vettura Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
Ferrari Ferrari 500 3 3 8
1953 Scuderia Vettura Flag of Argentina.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
Ferrari Ferrari 500 2 Rit 2 6 Rit 8 6 3 17[2]
1954 Scuderia Vettura Flag of Argentina.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg Punti Pos.
Maserati[3] 250F 5 Rit NP Rit Rit 2[4] 20º
1955 Scuderia Vettura Flag of Argentina.svg Flag of Monaco.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Belgium.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
Lancia Lancia D50 Rit 5 NP 2 20º
1956 Scuderia Vettura Flag of Argentina.svg Flag of Monaco.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
Luigi Piotti[5] Maserati 250F 5 Rit 6 Rit Rit 2[6] 20º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

Vittorie in gare extra-campionato[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Tra parentesi i punti ottenuti prima degli scarti come da regolamento
  2. ^ Nel Gran Premio di Germania 1953 guida condivisa con Alberto Ascari
  3. ^ Ad eccezione del Gran Premio di Spagna 1954 in cui corse per la Scuderia Lancia su Lancia D50
  4. ^ Nel Gran Premio di Gran Bretagna 1954 guida condivisa con Alberto Ascari
  5. ^ Ad eccezione del Gran Premio del Belgio 1956 in cui corse per la Scuderia Centro Sud e del Gran Premio d'Italia 1956 in cui gareggiò per le Officine Alfieri Maserati
  6. ^ Nel Gran Premio d'Italia 1956 guida condivisa con Joakim Bonnier

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 4337171