Gigi D'Agostino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gigi D'Agostino
Gigi D'Agostino in una discoteca di Rimini estate 2005
Gigi D'Agostino in una discoteca di Rimini estate 2005
Nazionalità Italia Italia
Genere Eurodance
Italodance
Lento violento
Musica house
Dance
Periodo di attività 1992 – in attività
Album pubblicati 43
Studio 39
Live 4
Raccolte 2
Sito web

Luigino Celestino Di Agostino, detto Gigi D'Agostino o Gigi Dag, (Torino, 17 dicembre 1967), è un disc jockey e produttore discografico italiano di origini salernitane. È conosciuto come uno dei pionieri della Mediterranean progressive composta da suoni minimalisti e da melodie latine e mediterranee[1], e del Lento violento, creato e diffuso grazie al grandissimo aiuto di numerosi producer emergenti.

Biografia, formazione e note discografiche[modifica | modifica sorgente]

1992 - 1997[modifica | modifica sorgente]

Inizia l'attività di Disc jockey nel 1986 a Torino, e nello stesso anno rilascia il suo primo mix, dal titolo "Psychodelic";[2] nel 1993 diventa dj resident della discoteca Ultimo Impero, dove rimane sino al 1998. Del 1992 sono alcuni dei suoi primi lavori musicali: i remix di Wendy Garcia - Sexo Sexo e di Rave Tirolers - Uipy (prodotto da Roberto Molinaro e pubblicato da Bliss Corporation), entrambi pubblicati sotto lo pseudonimo Noisemaker. Del 1993 è il progetto Voyager, intrapreso con Sergio Datta e Maurizio de Stefani che inizia con Hypnotribe e prosegue con Baseball Furies, per terminare nel 1994 con City of Night. Nel 1994 inizia a collaborare con Daniele Gas, con il quale pubblicherà il primo disco: The Mind's Journey. Seguiranno poi Experiments Vol. 1, Creative Nature Vol. 1 e Creative Nature Vol. 2. L'anno che segna la svolta nella carriera di D'Agostino è il 1995, quando interrompe la collaborazione con Daniele Gas e inizia a collaborare con Aldo Valente per approdare alla Media Records. I suoi dischi vengono pubblicati con lo pseudonimo Gigi D'Agostino e ha la fortuna di vedere il vecchio pseudonimo Noisemaker affiancato al nome BXR, l'etichetta nella quale Gianfranco Bortolotti, direttore artistico e produttore esecutivo di Media Records, pubblica i suoi lavori: le copertine dei dischi porteranno infatti entrambi i loghi, BXR (talvolta sostituito proprio da Media Records) e Noisemaker.

I primi airplay radiofonici arrivano in concomitanza con la primavera del 1996: Fly, Sweetly, New Year's Day (cover degli U2), Gigi's Violin, Elektro Message e Angel's Symphony vengono suonati e apprezzati tanto che il singolo Gigi's Violin/Fly raggiunge il quarto posto in classifica italiana.[3] Dopo pochi mesi esce il primo album, intitolato Gigi D'Agostino, che ottiene uno straordinario successo per essere un prodotto fondamentalmente concepito per le discoteche e vince un Disco D'oro per oltre 50.000 copie vendute. Segue Le Voyage '96, compilation mixata con brani inediti, che raggiunge l'ottavo posto nella classifica italiana album con oltre 80.000 copie.[4]

1998 - 2002[modifica | modifica sorgente]

Dopo la sua ascesa verso il successo, lo stile musicale di Gigi D'Agostino cambia, con il suo suono che diventa più melodico, a metà strada tra l'house e la progressive, con sonorità più energetiche e melodiche e ritmi meno ossessivi, conosciuto anche come italo dance.[senza fonte] Nel 1998 inizia la collaborazione con il musicista Paolo Sandrini e pubblica Elisir (your love), che diviene una hit dell'estate 1998, e due produzioni firmate da solo per i club: Cuba Libre, sotto lo pseudonimo Gigi D'Ag, e Movimento, sotto lo pseudonimo Noisemaker. Nel 1999 arriva il successo internazionale con il singolo Bla Bla Bla, che venderà un milione di copie nella sola Germania. Egli descrisse il singolo come "un pezzo che scrissi pensando a tutte le persone che parlano e parlano senza dire niente!"[5] Segue l'EP Tecno fes, che viene pubblicato alla fine dell'estate e lancia un brano tormentone come Another Way. Solo due mesi dopo D'Agostino pubblica un doppio album, il suo secondo, dal titolo L'amour toujours.

Nel 1999 diventa un produttore di riferimento e collabora con Andrea Prezioso e Giorgio Prezioso, il cantante Alessandro Moschini (più noto come Marvin) e Paolo Sandrini alla hit Tell Me Why (Prezioso feat. Marvin). Il suo tour tocca le città di mezza Europa e con il suo manager Francesco Andrisani stabilisce il record di serate consecutive (ben 31 in Germania nel 2001). Caratteristica dei suoi DJ set è proprio il fatto che ad ogni serata viene seguito dal proprio soundsystem come in un vero e proprio concerto. Nello stesso anno pubblica L'Amour Toujours, che raggiunge il decimo posto nella classifica italiana di vendite e diventa Disco di Platino. Nell'estate dello stesso anno replica il successo della compilation Le Voyage '96 con Eurodance '99.

Collabora poi con il dj italiano Albertino per la hit Supér che esordisce al secondo posto della classifica italiana di vendita dei singoli.[6] Il brano getta le basi della musica dance cantata in italiano che proseguirà nel 2001 con una cover, ovviamente in chiave dance, di Un giorno credi di Edoardo Bennato (uscito dapprima solo in versione strumentale, il brano viene successivamente pubblicato sull'EP L'amour toujours con la collaborazione dello stesso Bennato). Nel 2002 gli viene affidato il remix di Objection (Tango), nuovo singolo di Shakira.

2003 - 2007[modifica | modifica sorgente]

Durante questo periodo, che coincide con la fine di problemi fisici dichiarati dallo stesso D'Agostino, termina la collaborazione sia con Paolo Sandrini che con la BXR. L'azienda nel corso del 2002 subisce un cambiamento profondo: Mauro Picotto va a vivere in Inghilterra e traghetta con sé molti produttori della Media Records che confluiranno, poi, nella sua label Bakerloo. Nel corso di due anni D'Agostino resterà il solo membro della Noise Maker fra coloro che avevano iniziato il progetto nel 1995, occupandosi del progetto anche a livello manageriale. Dall'anno seguente, ovvero il 2003, conduce Il programmino di Gigi D'Agostino su Radio Italia Network e lavora con un nuovo team di produttori formato da Angelo Pandolfi, Luca Martire aka Luca Noise, Gerolamo Sacco e Luca Ludovico. Tra le prime pubblicazioni della nuova Noisemaker ci sono, in ordine: il singolo Silence, a fine 2003, la compilation Altromondo Studios, il singolo digitale Once Upon a Time, e quindi la Noisemaker Compilation Volume 1. Aspetto rilevante di questo periodo, la nascita del Lento Violento, uno stile inventato dallo stesso Gigi sulla base delle sue produzioni a bassi bpm, tra gli 80 e i 110, di matrice afro, come dimostra la ripubblicazione di Voyage, un tempo b-side del singolo Bla Bla Bla, nella citata Noisemaker Compilation. Le prime pubblicazioni definite entro tal ambito sono appunto Voyage, originalmente pubblicata nel 1999, e le produzioni di Luca Noise sotto lo pseudonimo La Tana del Suono nella Altromondo Compilation. Nel 2005 esce il suo terzo album ufficiale, L'amour toujours II, che non replica il successo di pubblico dei precedenti, ma questo doppio album, unito alla pubblicazione della Benessere Compilation, anche essa doppio cd, rafforza il pubblico live che seguono Gigi a tal punto che, nell'autunno del 2005, la nuova radio m2o, appena acquistata dal Gruppo l'Espresso, affida a D'Agostino un programma settimanale (poi giornaliero), Il cammino di Gigi D'Agostino, che andrà in onda fino al 2009. Nel marzo 2006 esce Some Experiments, una compilation che sostituisce il preannunciato nuovo album. Lento Violento... e altre storie, anche esso un doppio CD, esce invece nella primavera del 2007 e riceve il disco d'argento per le oltre ventimila copie vendute in un periodo in cui i produttori dance sono ormai presenti solo sulle classifiche di genere stilate dai dj, raggiungendo il terzo posto nella classifica italiana di vendita. In questo album il genere Lento Violento prende una seconda strada, quella di congiunzione con la canzone melodica italiana, Il Cammino in collaborazione con Dimitri Mazza e Vorrei fare una canzone in collaborazione con Gerolamo Sacco. Un altro aspetto rilevante di questo album, Gigi D'Agostino si presenta per la prima volta in maniera esplicita come cantante, oltre che produttore&compositore, e fin dalla prima traccia dell'album, dove troviamo una cover di Ivano Fossati, E di nuovo cambio casa.

2008 - oggi[modifica | modifica sorgente]

Dopo Lento Violento... e altre storie, le collaborazioni live e discografiche con Daniele Mondello spostano progressivamente il Lento Violento dalla matrice stilistica dalla afro a quella della musica hardcore. Nel 2008 pubblica Suono libero che contiene quaranta brani su due cd. Il primo segue le orme della musica italiana applicata al suo genere, il secondo è caratterizzato dal Lento Violento nella sua nuova connotazione hard, ormai riconosciuto dai clubber come genere a sé stante del filone Hardstyle.[senza fonte]
Nel settembre del 2009 torna su M2o con il programma "Quello che mi piace", in onda ogni sabato dalle 14.00 alle 16.00. A dicembre, in seguito ad una serie di incomprensioni con la direzione di M2o[senza fonte], lascia la radio per dedicarsi solo agli eventi in discoteca.
Nel giugno 2010 torna nei negozi di dischi con la nuova compilation Ieri & Oggi Mix Vol. 1 composta da 34 brani mixati. La prima settimana va al nono posto della classifica FIMI e al secondo posto della classifica dei produttori musicali indipendenti. A novembre 2010 esce la seconda parte della compilation Ieri & Oggi Mix Vol. 2 composta nuovamente da brani mixati, alcuni inediti e alcuni storici come "La passion" ed "Elisir". Il 1 agosto 2011 viene ufficializzata l'uscita del nuovo singolo Stay With Me dalla Media Records, in vendita in digitale.

Pseudonimi[modifica | modifica sorgente]

Elenco dei nomi con cui Gigi D'Agostino si è presentato al pubblico e discograficamente:

  • Il Maestro
  • D'Agostino Planet
  • Dottor Dag
  • Il Folklorista
  • Lento Violento Man
  • Noisemaker
  • Orchestra Maldestra
  • Uomo Suono (a cui si aggiungono le collaborazioni come Dance'n'Roll (Angelo Pandolfi, Luigi Di Agostino))
  • Officina Emotiva (Angelo Pandolfi, L. Di Agostino, Luca Martire)
  • Love Transistor (L. Di Agostino, Luca Ludovico)
  • La Tana Del Suono (L. Di Agostino, Luca Martire), Gigi D'Agostino & Daniele Gas (Daniele Gas, L. Di Agostino),
  • Gigi & Molly (L. Di Agostino, Maurizio Molella)
  • Flowers' Deejays (L. Di Agostino, Mario Scalambrin, Roberto Guiotto)
  • Onironauti (L. Di Agostino, Stefano Di Carlo)
  • Gigi D'Agostino & Ludo Dream (L. Di Agostino, Luca Ludovico)
  • Elettrogang (L. Di Agostino, Gerolamo Sacco)
  • Gigi D'Agostino & The Magic Melodien (L. Di Agostino, Gerolamo Sacco)
  • Gigi D'Agostino & Mauro Picotto (L. Di Agostino, M. Picotto).

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album[modifica | modifica sorgente]

Singoli[modifica | modifica sorgente]

Remix[modifica | modifica sorgente]

Immagini[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Yahoo! Music - Biografia di Gigi D'Agostino.
  2. ^ DanceAnni90.com :: Il portale della musica Dance anni 90 - Area recensioni - Gigi D'Agostino.
  3. ^ Fonte: http://www.hitparadeitalia.it/hp_yends/hpe1996.htm
  4. ^ Fonte: http://www.hitparadeitalia.it/hp_yenda/lpe1996a.htm
  5. ^ Confidanza Forum.
  6. ^ Fonte: http://www.hitparadeitalia.it/hp_yends/hpe2001.htm
  7. ^ Scheda di The Essential - Xmas Best Gigi D'Agostino su discogs.com
  8. ^ Scheda di L'amour Toujours 2012 su discogs.com

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 22337783 LCCN: n2003080296