Gianpiero Moretti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gianpiero Moretti
GianpieroMoretti.jpg
Moretti nel 1984
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Automobilismo Automobilismo
 

Gianpiero Moretti (Milano, 20 marzo 1940Milano, 14 gennaio 2012[1][2]) è stato un pilota automobilistico e imprenditore italiano, fondatore della MOMO.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Moretti fonda la MOMO agli inizi degli anni sessanta, ottenendo subito un discreto successo tra gli addetti ai lavori. Nel 1964, la Ferrari campione del mondo dell'inglese John Surtees è equipaggiata con volante firmato proprio dalla MOMO.

Nel 1995 cede il 60% della MOMO alla Mercury Holding, mantenendo comunque la presidenza del gruppo da lui fondato.[3]

Nel 1998 vince la 24 ore di Daytona al volante di una Ferrari 333 SP.[4]

Sempre nel 1998 fonda la Moretti Racing, marchio specializzato nella produzione e distribuzione di prodotti destinati ai piloti e produttori di kart.[5]

Nel 2000 costruisce la prima pista per kart indoor a Cinisello Balsamo.[6]

Moretti muore a Milano il 14 gennaio 2012 a causa di un tumore.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La scomparsa di Gianpiero Moretti in Italiaracing.net, 15 gennaio 2011. URL consultato il 15 gennaio 2011.
  2. ^ a b Addio "Momo", pilota gentleman del Cavallino in Omnicorse.it, 15 gennaio 2011. URL consultato il 15 gennaio 2011.
  3. ^ Articolo del Corriere della Sera
  4. ^ Articolo della Gazzetta dello Sport
  5. ^ Tratto dal sito ufficiale
  6. ^ Articolo del Corriere della sera