Gianmatteo Mareggini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gianmatteo Mareggini
Gianmatteo Mareggini.jpg
Gianmatteo Mareggini con la maglia della Fiorentina (1992)
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 188[1] cm
Peso 84[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Preparatore dei portieri (ex portiere)
Squadra Italia Italia U-18 Portieri
Ritirato 2009 - giocatore
Carriera
Giovanili
Fiorentina Fiorentina
Squadre di club1
1985-1986 Fiorentina Fiorentina 0 (0)
1986-1988 Rondinella Rondinella 31 (-27)
1988-1989 Lucchese Lucchese 21 (-18)
1989-1990 Carrarese Carrarese 31 (-19)
1990-1993 Fiorentina Fiorentina 50 (-63)
1993-1995 Palermo Palermo 61 (-48)
1995-1997 Fiorentina Fiorentina 2 (-1)
1997-1998 Siena Siena 21 (-23)
1998-2001 Fiorentina Fiorentina 1 (-2)
2001-2003 Ternana Ternana 26 (-23)
2003-2005 Livorno Livorno 18 (-16)
2005-2009 Pistoiese Pistoiese 70 (-60)
Carriera da allenatore
2009-2010 Figline Figline Portieri
2011- Italia Italia U-15 Portieri
2011- Italia Italia U-16 Portieri
2011- Italia Italia U-17 Portieri
2011- Italia Italia U-18 Portieri
2011- Italia Italia U-19 Portieri
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 aprile 2014

Gianmatteo Mareggini (Modena, 8 gennaio 1967) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo portiere, preparatore dei portieri dell'Italia Under-15, Italia Under-16, Italia Under-17, Italia Under-18 e Italia Under-19.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Ha legato la maggior parte della sua carriera in Toscana e in particolare alla Fiorentina ma ha vissuto esperienze importanti anche con la maglie di Ternana e Livorno. In carriera ha quasi sempre vestito la maglia numero 22 (Fiorentina 1995-1997 e 1998-2000, Ternana 2002-2003 e Livorno 2003-2005), salvo indossare il 12 nella Fiorentina (stagione 2000-2001) il 34 (Ternana 2000-2001) il 33 (Ternana 2001-2002).

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Fiorentina e i vari prestiti[modifica | modifica sorgente]

Mareggini esordisce nella Fiorentina nella stagione 1990-1991, all'8ª giornata di campionato, nella gara interna pareggiata 2-2 con il Genoa e rimanendo titolare di tutta la stagione, che vedrà la squadra gigliata terminare il campionato al 12º posto. Rimane titolare nelle due stagioni successive, alternandosi talvolta al portiere di riserva Alessandro Mannini. Dopo la retrocessione del 1993, Mareggini viene ceduto al Palermo in Serie B, dove gioca per due stagioni.

Tornato a Firenze nell'autunno del 1995 con Claudio Ranieri allenatore, vince la Coppa Italia disputando un minuto nella finale contro l'Atalanta. Nella stagione successiva vince, sempre da riserva, la Supercoppa Italiana e disputa le ultime due gare di campionato contro Reggiana e Sampdoria, subendo una rete.

Nella stagione 1997-1998 gioca nel Siena, e dopo l'esperienza bianconera, durata una stagione, torna a Firenze come secondo di Francesco Toldo nell'estate del 1998. In quel campionato disputa una sola partita (2-2 contro il Bari per la squalifica del titolare). Nelle due stagioni seguenti, complice l'acquisto di Giuseppe Taglialatela da parte della Fiorentina, viene relegato a terzo portiere.

Ternana[modifica | modifica sorgente]

Ormai chiuso nella Fiorentina da Toldo e Taglialatela, accetta nel marzo 2001 la proposta della Ternana di sostituire l'infortunato Daniele Balli. Con gli umbri sfiora la promozione in Serie A. L'anno seguente viene confermato dalla Ternana, come secondo del nuovo acquisto Sergio Marcon. Tuttavia è vittima di una trombosi venosa ad un braccio e rischia perfino di perdere l'arto. Tale disturbo lo costringerà a saltare l'intera stagione.[2] Risolta la situazione, torna a giocare nella stagione 2002-2003 sempre con la Ternana. Inizialmente parte ancora secondo di Marcon, finendo la stagione come titolare. A fine campionato non gli sarà rinnovato il contratto con la società rossoverde.

Livorno[modifica | modifica sorgente]

Rimasto svincolato nell'estate 2003, accetta la proposta del Livorno. Con la squadra amaranto conquista, nella stagione 2003-2004, la promozione in Serie A. Partito come riserva di Nicola Pavarini, ha guadagnato nel finale di stagione il ruolo di titolare. Nel 2004-2005 è secondo di Marco Amelia in Serie A e anche in questo caso riesce a ritagliarsi importanti spazi. Nell'estate del 2005, complici alcuni dissidi con l'allora allenatore del Livorno, Roberto Donadoni, a Mareggini non viene rinnovato il contratto, nonostante il Presidente Aldo Spinelli gli avesse promesso un futuro da dirigente.[3]

Pistoiese[modifica | modifica sorgente]

Svincolatosi, si trasferisce quindi alla Pistoiese in Serie C1, squadra nella quale, pur alternandosi con altri portieri, è stato quasi sempre titolare. Nell'estate 2008 prolunga il contratto fino a giugno 2009. La sua ultima stagione da giocatore professionista lo ha visto retrocedere con la sua squadra in Lega Pro Seconda Divisione in seguito alla sconfitta rimediata nei playout contro il Foligno.

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Il 23 giugno 2009 inizia per lui una nuova carriera calcistica, divenendo difatti il preparatore dei portieri del Figline insieme al nuovo allenatore e suo collaboratore Moreno Torricelli.

Successivamente è diventato il preparatore dei portieri delle Nazionali giovanili italiane.[4]

Dopo il ritiro[modifica | modifica sorgente]

Nella stagione 2007-2008 è stato opinionista fisso nella trasmissione televisiva "Calcio-Fair Play" (Toscana TV) insieme a Lorenzo Amoruso.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Fiorentina: 1993-1994
Fiorentina: 1995-1996
Fiorentina: 1996

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 10 (1993-1994), Panini, 9 luglio 2012, p. 10.
  2. ^ La chat con Mareggini Rossoverdi.com
  3. ^ Mareggini lascia con una stoccata «Via da Livorno, colpa di Donadoni», archiviostorico.gazzetta.it.
  4. ^ Chioggia abbraccia gli azzurri dell’Under 18 nuovavenezia.gelocal.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]