Gianfranco Vissani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gianfranco Vissani (Civitella del Lago, 22 novembre 1951) è un cuoco, ristoratore, gastronomo, critico gastronomico e conduttore televisivo italiano. È autore di libri sulla cucina e di ricette di cucina.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

« La grande cucina parte dal cuore, dà sensazioni ed emozioni che ti portano ora a dipingere come Picasso, ora a creare un Rembrandt »
(Gianfranco Vissani, in un'intervista sul web, dicembre 2003)
« Risparmiare in cucina è un obbligo non solo in tempo di crisi, sempre! »
(Gianfranco Vissani, citato in DNews, 16/11/2009)

Ha conseguito la qualifica di aiuto cuoco presso l'istituto professionale alberghiero di Spoleto nel 1967. Non ha frequentato il biennio di specializzazione per conseguire il diploma di capocuoco ma ha preferito lasciare la regione d'origine, l'Umbria, per andare a lavorare in alberghi e ristoranti di varie città turistiche italiane, tra cui Venezia, Cortina d'Ampezzo, Genova, Firenze e Napoli.

Terminati gli anni di gavetta, ha rilevato nel 1973 il ristorante paterno, sulle rive del lago di Corbara, vicino alla sua città di origine. Da allora è stato segnalato in varie guide gastronomiche.

Alternando viaggi all'estero per conferenze e lezioni di gastronomia all'attività di cuoco e scrittore di testi per la cucina, Vissani ha poi iniziato a collaborare con testate giornalistiche e curando nel contempo rubriche per la radio e la televisione.

Nel 2011 si trasferisce a Gravina di Puglia in provincia di Bari dove l'Agenzia Nazionale per i Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalità gli affida la gestione un ristorante di nome Antica masseria dell'alta Murgia[1].

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Ha raggiunto la notorietà televisiva negli anni novanta per la sua partecipazione a diverse trasmissioni della RAI fra cui Unomattina (dal 1997), Domenica In (dal 2001) e Linea Verde, condotta dal 2002 in coppia con Paolo Brosio. Dal 2008 al 2010 è giudice de La prova del cuoco condotto da Elisa Isoardi. Nella stagione 2010-2011 (condotta da Antonella Clerici) ne cura l'anteprima.

Dal 22 gennaio 2012 conduce Ti ci porto io (con Michela Rocco) in onda, ogni domenica, su LA7[2].

Nella primavera 2013 entra nel cast di Altrimenti ci arrabbiamo, il nuovo celebrity talent di Rai 1 condotto da Milly Carlucci.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 1982 la Guida d'Italia dell'Espresso lo ha inserito al primo posto della speciale classifica dei ristoranti italiani (posizione mantenuta per oltre vent'anni).
  • MichelinStar.svg MichelinStar.svg due stelle guida Michelin (2007).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • La tradizione regionale nella cucina di Vissani - Edizioni RAI ERI, 1998
  • La Grande Cucina di Gianfranco Vissani - Gruppo editoriale l'Espresso, 1999
  • I Segreti di un grande cuoco - Edizioni RAI ERI, 1999
  • Mezzanotte e contorni - le grandi abbuffate notturne, con la collaborazione di G. Marzullo, Roma, Rai Eri, 2000.
  • Il Vissani - Edizioni RAI ERI, 2002
  • Gianfranco Vissani a Casa Tua Mondadori, 2007
  • La solitudine dei Primi - i grandi primi piatti e i grandi cuochi nella storia - Mondadori, 2010

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ corrieredelmezzogiorno.corriere.it
  2. ^ DavideMaggio - Gianfranco Vissani a DM
  3. ^ GamberoRosso - Ristoranti d’Italia 2012: Bottura e Vissani in vetta

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]