Giacomo Mattei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giacomo Mattei
Stemma del Regno d'Italia Parlamento del Regno d'Italia
Camera del Regno d'Italia
Giacomo Mattei - Ritratto.jpg
Professione conte
Legislatura VIII, X, XI, XII
Gruppo Destra storica
Collegio Senigallia, Cagli
sen. Giacomo Mattei
Stemma del Regno d'Italia Parlamento del Regno d'Italia
Senato del Regno d'Italia
Legislatura XII
Data 28 febbraio 1876

Il conte Giacomo Mattei (Barbara, 4 dicembre 1813Pesaro, 25 marzo 1886) è stato un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nasce dall'unione del padre Filippo con la madre Teresa Gabianelli. Si sposa con Zamira Tettamanzi che muore in Firenze il 21 giugno 1871. È sindaco di Pesaro dal gennaio 1874 al novembre 1876. Ricopre inoltre varie cariche politiche e amministrative: presidente del Consiglio provinciale di Pesaro, membro della Deputazione provinciale di Pesaro, consigliere provinciale di Pesaro, Regio commissario di Senigallia (1860), Presidente della Camera di commercio ed arti di Pesaro e Urbino (1863-1876), Presidente della Cassa di risparmio di Pesaro, Intendente generale dei principi Castelbarco Albani, Presidente dell'Accademia Agraria in Pesaro.

Elezioni[modifica | modifica sorgente]

Venne eletto deputato nei collegi di Senigallia e Cagli nella VIII, X, XI e XII legislatura del Regno d'Italia.

  • VIII: eletto nel ballottaggio del 3 febbraio 1861 nel collegio di Senigallia (Ancona), con voti 196 su 205 votanti.
  • X: eletto nel ballottaggio del 17 marzo 1867 nel collegio di Cagli (Pesaro e Urbino), con voti 266 su 379 votanti.
  • XI: eletto nel ballottaggio del 27 novembre 1870 nel collegio di Cagli (Pesaro e Urbino), con voti 163 su 240 votanti.
  • XII: eletto nell'ballottaggio del 15 novembre 1874 nel collegio di Cagli (Pesaro e Urbino), con voti 229 su 232 votanti.

Viene nominato senatore del Regno d'Italia il 28 febbraio 1876, avendo come relatore Luigi Agostino Casati, la convalida e il giuramento hanno luogo il 10 marzo 1876.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie