Giacomo DiNorscio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giacomo DiNorscio, soprannominato Fat Jack o Jackie Dee[1] (20 luglio 194014 novembre 2004), è stato un criminale statunitense, membro del clan mafioso italoamericano dei Lucchese del New Jersey, una delle cinque famiglie mafiose operanti nell'area di New York.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Jack DiNorscio venne condannato a 30 anni di reclusione per spaccio e detenzione di droga, in seguito dovette affrontare un grande processo per associazione mafiosa in cui erano implicati 20 imputati fra il 1987 e il 1988, con 76 capi d'accusa.

Il processo durò 21 mesi di udienze, il più lungo della storia degli Stati Uniti; DiNorscio decise di difendersi da sé e grazie alle sue doti istrioniche riuscì contro ogni logica a sedurre la giuria popolare e a far assolvere tutti i 20 imputati.

Nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

  • Del celebre processo è stato realizzato il film Prova a incastrarmi (Find Me Guilty) del regista Sidney Lumet, con Vin Diesel nella parte di DiNorscio. Il vero Jackie DiNorscio morì proprio mentre il film era in produzione.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Scheda su [www.evi.com/q/facts_about__giacomo_jackie_dinorscio Giacomo "Jackie" DiNorscio] in evi.com
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie