Giacomo Brogi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marchio di Fabbrica

Giacomo Brogi (Firenze, 6 aprile 1822Firenze, 29 novembre 1881) è stato un fotografo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò la sua attività lavorativa di fotografo nel 1856 circa, e fonda una propria attività attorno al 1864: Edizioni Brogi Firenze, specializzata in ritrattistica. Prima di cimentarsi nella fotografia, Brogi lavora come incisore e ritoccatore. Ha viaggiato in varie parti d'Italia e Medio Oriente nel 1868, in particolare in Palestina, Egitto e Siria. Alla gestione dell'attività succede il figlio Carlo Brogi (1850-1925), uno dei promotori della Società Fotografica Italiana, l'attività cessò nel 1950 circa.[1][2] Lo stesso Giacomo Brogi viene associato alla Società Fotografica Italiana.[3]

A lui è stata intitolata una strada nella zona di via Ardeatina a Roma: essa è una traversa laterale di via della Fotografia.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte: dati biografici su censi.aft.it
  2. ^ Fonte: 2
  3. ^ Fonte: 3
  4. ^ Fonte: Google Maps

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Brogi Giacomo: Portici degli Uffizi costruiti sul disegno del Vasari
  • Catalogo delle fotografie pubblicate da Giacomo Brogi. Pitture, vedute, sculture, ecc. Napoli e Campania. Roma e Lazio. Sicilia, Bologna, Rimini, etc., Brogi, Firenze, 1912.
  • Catalogo delle fotografie pubblicate dalla ditta Giacomo Brogi, fotografo editore. Italia settentrionale: pitture, vedute, sculture, etc., Brogi, Firenze, 1926.
  • Michele Falzone del Barbarò, Monica Maffioli, Emanuela Sesti (a cura di), Alle origini della fotografia. Un itinerario toscano 1839-1880, Firenze, Alinari, 1989. ISBN 8872921082
  • Michele Falzone del Barbarò, scheda Brogi in Alle origini della fotografia. Un itinerario toscano 1839-1880, Firenze, Alinari 1989, p. 212. ISBN 8872921082
  • AA.VV., L'io e il suo doppio, un secolo di ritratto fotografico in Italia, 1895-1995, Catalogo della mostra, Venezia, Giardini della Biennale, Padiglione Italia, Alinari, Firenze, 1995. ISBN 8872921880

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autorità VIAF: 44575665