Giacinto Gigante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giacinto Gigante (Napoli, 11 luglio 1806Napoli, 29 settembre 1876) è stato un pittore italiano, conosciuto in particolare per i paesaggi e le vedute, massimo esponente della cosiddetta Scuola di Posillipo.

Marina di Posillipo 1844
Giacinto Gigante
Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea Roma

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Gaetano Gigante, anch'egli artista, apprese l'arte della pittura anche grazie alla vicinanza con il pittore olandese Antonio Pitloo che era stato fondatore della Scuola di Posillipo che raccoglieva quel gruppo di artisti che, agli inizi del XIX secolo erano dediti prettamente alla pittura paesaggistica.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Scuola di Posillipo.

Iniziò a fare il litografo e l'incisore a Roma ma, dal 1830 in poi andò via via affermandosi nella pittura e, morto Anton Sminck van Pitloo nel 1837, tornò a Napoli stabilendo la sede della Scuola di Posillipo in un edificio a San Carlo alle Mortelle.

La sua fama si va espandendo e viene chiamato alla corte borbonica di Ferdinando II prima e alla corte di Russia, poi; dopo l'Unità d'Italia esegue per i Savoia la tempera per la Cappella del Tesoro di San Gennaro.

Dal 1855 iniziò a dedicarsi all'acquerello, tecnica in cui eccelse parimenti a quel en plein air che lo renderà il massimo esponente della sua scuola.

Viene ricordato anche perché elabora una nuova tecnica di pittura ad acquerello, che dona un particolare effetto rilievo alle sue raffigurazioni: sovrapponeva alla carta della biacca in tocchi, prima di stendere le pennellate che modellavano le immagini.

Morì, all'età di settanta anni, a Napoli nel 1876.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • M. Limoncelli, Giacinto Gigante, Napoli 1934
  • A. Schettini, La Pittura napoletana dell’ottocento, Editrice E.D.A.R.T. Napoli 1967
  • Massimo Ricciardi, La costa d’Amalfi nella pittura dell’ottocento, De Luca editore Salerno 1998
  • AA.VV. Il secondo ‘800 italiano, Le poetiche dal vero, Mazzotta Milano 1988
  • Nello e Saverio Ammendola, Ottocento-Novecento, due secoli di pittura a Napoli, con introduzione e intervista di M. Picone Petrusa, Electa Napoli, Napoli 1999.
  • Renato Ruotolo, La scuola di Posillipo, Franco di Mauro Editore, Napoli 2002
  • I colori della Campania, Omaggio a Giacinto Gigante, Electa Napoli 2006
  • Napoli nella veduta napoletana dal seicento al novecento, Electa Napoli Catalogo Mostra Pinacoteca Del Nuevo Leon, Monterrey, Messico 2007

Carolina Brook, GIGANTE, Giacinto in Dizionario Biografico degli Italiani, LIV volume, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2000. URL consultato il 22-10-2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 12577236